PSG-Montpellier: statistiche, curiosità e precedenti

Nella Ligue 1 francese siamo giunti alla 30/a giornata di campionato e alla vigilia di Pasqua gli incontri decisivi a 8 giornate dalla chiusura dei giochi sembrano non essere pochi. Tra questi senza dubbio vi è quello tra Paris Saint Germain e Montpellier. Iniziamo, dunque, ad analizzare le statistiche e i precedenti della gara valida per questa trentesima giornata di Ligue 1.

Scontro di alta classifica tra PSG e Montpellier, anche se a dividere le due squadre ci sono ben 13 punti e 6 posizioni. Il Paris Saint Germain dopo aver battuto per 2-0 il Marsiglia ha commesso qualche passo falso uscendo sconfitto per 1-0 contro il Reims e facendosi recuperare le due reti di vantaggio nell’ultima partita disputata, quella contro il Saint Etienne. Il Montpellier, da parte sua, nelle ultime 4 partite ha collezionato 2 vittorie, un pareggio e una sconfitta, perdendo lo scontro diretto contro il Nizza e non andando oltre l’1-1 in casa con il Troyes.

Veniamo ora ai precedenti tra le due squadre: 23 le gare disputate tra le due compagini con un bilancio a netto favore dei padroni di casa, usciti vittoriosi dall’incontro per 12 volte contro le 5 occasioni in cui a trionfare sono stati gli ospiti del Montpellier; 6 il numero delle partite terminate in parità. Dei precedenti appena menzionati 20 sono stati disputati in Ligue 1 mentre gli altri 3 fanno parte degli incontri di Coppa; le due squadre non si sono mai affrontate, invece, in Ligue 2. Quanto alle marcature il bilancio pende ancora in favore dei padroni di casa andati a segno per ben 35 volte contro le 23 occasioni in cui il Montpellier è riuscito a gonfiare la rete.

Pauleta- Paris Saint GermainLa vittoria più schiacciante del Paris Saint Germain risale alla 23/a giornata della stagione 2003/2004, quando al Parco dei Principi i padroni di casa si imposero addirittura per 6-1 sugli avversari grazie alle doppiette di Ljuboja e di Pauleta – tra i marcatori storici più proficui contro il Montpellier – e alle reti di Boskovic e di Da Cruz De Oliveira; ad opporsi, in quella ventitreesima giornata, il solo gol degli ospiti ad opera di Dzodic. Rovesciando la prospettiva, la vittoria più ampia degli ospiti consiste nel 3-1 inflitto al PSG nel 2009/2010 quando decisivo si rivelò Dernis con la sua doppietta accompagnata dalla rete di Compan di contro all’unico gol dei padroni di casa realizzato da Erding.

L’ultimo scontro andato in scena tra le due formazioni in quel di Parigi risale al 19 febbraio 2012 e vede archiviare uno dei 6 pareggi collezionati dalle due squadre negli incontri che le hanno coinvolte; finisce, infatti, 2-2 fra Paris Saint Germain e Montpellier per la gara valida per la 24/a giornata di campionato con le reti di Alex e Horau da una parte e Belhanda e Utaka dall’altra.

belhandaDifficile stabilire i probabili marcatori – eccezion fatta per il solito Ibra capace di segnare sempre e ovunque – in base ai precedenti dell’incontro: delle attuali rose gli unici ad ever timbrato il cartellino sono Alex per il PSG, Belhanda, Utaka e Mezague – autore di una doppietta nel 2002/2003 – per il Montpellier. In definitiva, dunque, i marcatori più probabili sembrano poter essere Ibrahimovic e Lavezzi da un lato e Belhanda e Camara dall’altro, anche se non è da sottovalutare un possibile pericolo per i parigini da parte di Charbonnier, andato in gol proprio nell’ultima partita di campionato disputata contro il Troyes.

Un’ultima annotazione riguarda i momenti più prolifici della gara; andando a spulciare tra i precedenti si nota, infatti, una tendenza di andare in gol, da parte di entrambe le squadre, nella seconda frazione di gioco: limitandoci agli ultimi 10 incontri, infatti, sono ben 20 le reti realizzate nel corso del secondo tempo a fronte delle 31 reti complessive. Per quanto riguarda, invece, l’andamento generale delle due squadre nella stagione in corso – sempre in fatto di marcature – il momento ideale per andare in gol sembra essere il secondo quarto d’ora (61′-75′) – e, a seguire, nel quarto d’ora finale di gara – per i parigini, mentre il Montpellier riesce a essere più incisivo nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo (31′-45′).

Per concludere con un paio di semplici curiosità, colpiscono – fra le altre cose – due dati in particolare: il primo riguarda il fatto che, nell’arco dei precedenti fra le due formazioni in questione, il Paris Saint Germain non abbia mai perso – contrariamente al Montpellier – qualora si sia portato in vantaggio per primo. La seconda curiosità riguarda, invece, l’esito dei risultati parziali di primo tempo: il risultato più frequente per quanto riguarda il PSG sembrerebbe essere lo 0-0, di contro il Montpellier preferisce chiudere i conti parziali sull’1-1; ciò che non cambia, dunque, è il risultato di parità che si prospetta per la fine del primo tempo di Paris Saint Germain-Montpellier.

 

Condividi
Nasce nel 1986 a Terni. Nel 2010 consegue la laurea in Lettere. La passione per il calcio, unita a quella per la scrittura e per la linguistica lo portano ad avventurarsi nel campo del giornalismo sportivo. Email: dgubbiotti@mondosportivo.it