I ragazzini terribili del Feyenoord

Nel 2011 il Feyenoord chiama Ronald Koeman a guidare una squadra allo sbando dopo la gestione Been. Koeman diventa così il primo ad aver militato con le tre grandi d’Olanda (Ajax, PSV e Feyenoord) sia da giocatore che da allenatore. La squadra di Rotterdam ritrova lo smalto perduto conquistando il secondo piazzamento. Nell’estate del 2012 il Feyenoord cede i suoi pezzi pregiati (Vlaar, Wijnaldum, Fer oltre al rientro di Guidetti al Manchester City) a causa delle ristrettezze economiche in cui versa la società.

Con una rosa la cui età media è di 23,7 anni (cifra nemmeno immaginabile nel nostro paese), i ragazzi di Koeman mostrano una certa continuità di risultati pur soffrendo gli scontri diretti con le grandi. Il Feyenoord ha conquistato 56 punti in 27 gare, piazzandosi al secondo posto (a pari merito con il PSV) e a un solo punto di distanza dall’Ajax.

I bianco rossi possono contare su Mulder tra i pali, il nuovo capitano Stefan de Vrij a guidare la difesa (appena 21 anni), il promettente Janmaat a destra e l’ex Parma Pellè in attacco (già 21 gol per lui). Ma la stella della squadra è sicuramente il ventunenne Jordy Clasie che, proprio in questi giorni, è accostato a numerose società europee per un possibile trasferimento.

Condividi
Nato a Giulianova l'11 settembre 1989. Studente di infermieristica presso l'Università dell'Aquila. Ama il calcio sopra ogni cosa neanche fosse un comandamento.