Lega Pro, Seconda Divisione: Renate-Bellaria 1-3

A caldo verrebbe da dire che se il tempo fosse stato clemente dando alla partita un campo migliore su cui giocarsi, l’esito sarebbe stato nettamente diverso. Invece bisogna guardare in faccia alla realtà. Una realtà che dice che il Renate oggi ha fatto quattro gol, uno per sé e tre per gli avversari. Sono stati proprio i troppi errori a condannare le pantere, sia in difesa che in alcune occasioni offensive.

L’intensa pioggia che già da Sabato pomeriggio si è abbattuta sulla Brianza, ha messo a dura prova anche uno dei migliori manti erbosi dell’intera Seconda Divisione. Il gioco delle due squadre è stato pesantemente condizionato da questo fattore. Al 3’ sono subito gli ospiti a farsi vedere in avanti con Gerolino che impegna Galli sugli sviluppi di una punizione laterale. Il Renate inizia bene la partita ed in tutto il primo tempo cerca l’azione migliore per colpire. Al 5’, Gualdi apre sulla destra per Zanetti, palla tesa in mezzo sulla quale Brighenti per un niente non ci arriva in spaccata. Cinque minuti più tardi è invece Mantovani che ci prova dalla distanza con la sfera che termina di poco alta sopra la traversa. Al 23’ non solo la pioggia ma anche la sfortuna si abbatte sulle pantere.

Retropassaggio di Zanetti per Morotti, con il terzino bergamasco che al momento del rinvio scivola e cade a terra permettendo all’esterno avversario di crossare in mezzo indisturbato e fornire a Zamblera un pallone da infilare in rete. Dopo il vantaggio del Bellaria, gli uomini di Sala reagiscono. Al 33’, bel cross di Cavalli sul quale Brighenti colpisce deciso di testa ma non riesce a trovare lo specchio della porta. Tre minuti più tardi, al termine di un’azione concitata, ancora Cavalli scodella in mezzo trovando la testa di Zanetti che da due passi la manda incredibilmente alta. Il meritato pareggio si materializza al 43’. Corner battuto da Malivojevic ed incornata di Gualdi a trafiggere Rossini. Prima del riposo il Renate può addirittura passare in vantaggio ma il tiro-cross dello stesso Gualdi viene respinto sulla linea di porta da Martinelli.

Nella ripresa non succede molto. I nerazzurri provano a gettarsi in attacco ma non riescono a creare veri pericoli. Anzi, sulla prima azione offensiva del Bellaria subiscono il gol. Morotti perde palla ed è ancora Grifoni, largo sulla destra, ad approfittarne andando sul fondo e crossando rasoterra in mezzo all’area di rigore. Galli in tuffo non ci arriva e Nicastro deve solo toccare di piatto per festeggiare la marcatura personale. Il terreno di gioco è sempre più pieno d’acqua, situazione davvero penalizzante per il tipo di squadra che è il Renate. Al 20’, il tiro di Mantovani viene respinto corto da Rossini, la sfera carambola sui piedi di Adobati che, forse sorpreso dall’arrivo del pallone, conclude debolmente a lato. L’ultima possibilità per il pareggio si segnala al 41’ quando Adorni di testa spedisce a lato un cross di Adobati.

Nei minuti di recupero c’è tutto il Renate in avanti ed il Bellaria ne approfitta partendo in contropiede. Gavazzi con un grande intervento impedisce all’avversario di involarsi verso la porta ma Fabi Cannella riesce in un secondo momento a strappargli il pallone dai piedi sferrando poi un destro che Galli non trattiene ed il neo entrato Mastroianni ribadisce in rete indisturbato.

Ci sarebbero tanti discorsi da fare, tutti inutili però. Il campo ha decretato due sconfitte casalinghe e bisogna accettarle. Ora arriva una settimana di pausa per ricaricare le pile soprattutto mentalmente con la trasferta a Milazzo che sarà la prima di sei durissime battaglie per difendere il nostro posto nei playoff.

RENATE-BELLARIA 1-3

Renate: Galli. R; Adobati, Gavazzi, Adorni, Morotti (dal 30’st Gaeta); Gualdi, Cavalli, Mantovani; Malivojevic (dal 7’st Mattaboni), Brighenti, Zanetti. A disposizione: Santurro, Zita, Ferrari, Galli. N, Mastrototaro. All: Sala
Bellaria: Rossini; Grifoni (dal 32’st Mastroianni), Martinelli, Gerolino, Masullo; O’Neal, Mariani, Raparo; Nicastro, Zamblera (dal 32’st Rosseti), Tattini (dal 41’st Fabi Cannella). A disposizione: Melillo, Venneri, Zaccagni, Migliore. All: Osio

Reti: 23’pt Zamblera (B), 43’pt Gualdi (R), 13’st Nicastro (B), 48’st Mastroianni (B)

Ammoniti: Malivojevic, Gualdi (R); O’Neal, Masullo, Zamblera, Tattini (B)

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoPallone.it parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera. Email: redazione@mondosportivo.it