Gattuso: “Io al Milan? Ne devo mangiare di pastasciutta…”

Di certo il ritorno a San Siro, da allenatore del suo Sion, non è stato ottimo, almeno a livello di risultato. Dopo il 6-0 rifilato dalla sua ex squadra, Gennaro Gattuso ha parlato della sua nuova avventura sulla panchina degli svizzeri: “Ovvio che mi piacerebbe allenare il Milan, ma non sono assolutamente pronto. Ne devo mangiare ancora di pastasciutta… Berlusconi mi ha contattato, ma per un altro ruolo. Oggi i tifosi mi hanno fatto sentire di nuovo a casa; di nuovo un giocatore del Milan”.

PRESENTE E FUTURO – Dopo questo excursus, l’ex centrocampista rossonero ha analizzato la partita e il suo momento al Sion: “Mi sono calato nel nuovo ruolo, ma il presidente Constantin, che è uno che ne ha esonerati più di Zamparini, mi vuole in campo. Io gli ho dato la parola; voglio cercare di lasciare il segno al Sion, perciò non penso a un cambiamento nel breve periodo”. Alla fine una chiusura su Allegri: “Con lui non ho problemi, non abbiamo mai litigato”.

Condividi
Nato a Roma nel 1986, laureato in Management delle Imprese Sportive. Nella vita un solo obiettivo: raccontare lo sport; il calcio in particolare. Attualmente collaboratore di bettingisland.it e tuttochampions.it. Email: sgiovampietro@mondosportivo.it