Mazzone: “Baggio avrebbe potuto giocare ancora ad alti livelli”

Continua a far parlare di sé Carletto Mazzone dopo le dichiarazioni dei giorni scorsi, in cui caldeggiava, con rispetto assoluto nei confronti del lavoro di Prandelli, la convocazione di Totti in Nazionale.

Stavolta, il decano degli allenatori italiani si sofferma su un altro grande campione che ha avuto la fortuna di allenare: Roberto Baggio. Le parole di Mazzone, a distanza di quasi dieci anni dall’addio al calcio del Divin Codino, suonano cariche di rimpianto: Roberto avrebbe potuto giocare ad alti livelli per tanti anni ancora”, spiega Sor Carletto, “le grandi squadre italiane se ne sono private troppo presto, per fortuna nostra. A Brescia, Baggio ci ha fatto divertire e vincere con le sue magie”.  Aumentano, dunque, il rammarico e la nostalgia per i tanti innamorati del calcio del genio di  Caldogno.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina. Email: fcucinotta@mondosportivo.it