Segna sempre Eramo: Crotone-Vicenza si decide al fotofinish

Mirko Eramo ormai ci ha preso gusto: il centrocampista pugliese realizza il suo quinto centro nel 2013 e regala al Crotone tre punti pesantissimi. Il copione allo Scida è ormai sempre lo stesso, con i padroni di casa che fanno giocare male gli avversari e, pur senza eccellere e con evidenti limiti tecnici dettati dall’assenza di un centravanti, macinano azioni su azioni sino all’ultime. Una zuccata dell’ex Samp, sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Del Prete, fa esplodere la panchina di Massimo Drago quando ormai al 90esimo manca un solo minuto. Clamoroso passo indietro per il Vicenza di Alessandro Dal Canto che, complici i successi di Bari e Reggina, vede allontanarsi ulteriormente la zona salvezza. A non convincere, dei veneti, è soprattutto l’atteggiamento: chi deve tirarsi fuori dalle sabbie mobili, non può impostare una partita rinunciataria e priva di sussulti. Ha pesato molto l’assenza di Bojinov, sostituito da un Tiribocchi che è solo il lontano parente del giocatore che era. Unica nota positiva della serata biancorossa è la grande prestazione di Nicolas Bremec, principale artefice dell’equilibrio mantenutosi in campo fino agli sgoccioli. Il Crotone sale a quota 39, in attesa del recupero con l’Ascoli, e si prepara nel migliore di modi all’ardua trasferta di Verona; il Vicenza resta a 31 ed il match di domenica prossima, in casa contro il Varese, diventa una sorta di dentro o fuori.

Crotone-Vicenza 1-0

Crotone (4-3-3): Caglioni 6; Del Prete 7, Abruzzese 6,5, Ligi 6,5, Mazzotta 6; Maiello 6, Galardo 6 (91′ Crisetig s.v.), Eramo 7; Gabionetta 6, Ciano 5,5 (66′ Pettinari 6), De Giorgio 5,5 (77′ Calil s.v.). A disposizione: De Luca, Vinetot, Migliore, Matute. Allenatore: Drago 6,5

Vicenza (4-4-2): Bremec 7; Brighenti 6 (26′ Martinelli 5,5), Camisa 5,5, Milanovic 6, Di Matteo 5; Bellazzini 6, Ciaramitaro 6, Cinelli 6, Mustacchio 5,5 (77′ Semioli s.v.); Malonga 5 (64′ Giacomelli 6), Tiribocchi 4,5. A disposizione: Coser, Laczko, Bessa, Rigoni. Allenatore: Dal Canto 5

Arbitro: Di Paolo di Avezzano 6

Marcatori: 88′ Eramo

Note: Ammoniti Brighenti, Tiribocchi, Cinelli e Martinelli (V); Spettatori 3700

Dichiarazioni post partita dei due allenatori:

Massimo Drago: “Era importante riscattare la brutta prova di Novara e riscendere subito in campo ci ha aiutati. Sapevamo che il Vicenza si sarebbe chiuso tutto dietro la linea del pallone e che quindi ci sarebbe voluta molta pazienza. Ormai siamo diventati bravi a gestire bene le gare senza affrettare i tempi. Il recupero con l’Ascoli diventa fondamentale per la salvezza. Il pubblico? Ringrazio la curva del sostegno e ribadisco che dagli altri settori servirebbe un supporto diverso, ma va bene così”.

Alessandro Dal Canto: “Il Crotone, per i valori che possiede, non la inserisco tra le compagini in lotta per la salvezza. Sono un’ottima squadra con delle individualità di primo livello e anche oggi lo hanno fatto vedere. La gara è stata comunque equilibrata, ma la nostra imprecisione in fase offensiva ha fatto la differenza”.

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.