Premier, Owen lascia il calcio giocato: “Un sogno una carriera così”

L’ex pallone d’oro e bambino prodigio del calcio inglese ha deciso di smettere. Michael Owen, attualmente in forza allo Stoke City, ha deciso di appendere le scarpette al chiodo a fine stagione: “Con immenso dispiacere annuncio la decisione di ritirarmi dal calcio giocato”, spiega l’ex Wonder Boy, “per un ragazzo indossare le maglie di Liverpool, Real Madrid, Newcastle, Manchester United e Stoke è un sogno. Posso ritenermi fortunato di aver fatto una carriera del genere”.

A 33 anni, dunque, Owen decreta la fine di una storia ricca di soddisfazioni (pallone d’oro nel 2001, coppa Uefa col Liverpool nella stagione 2000-01, Premier con lo United nel 2010-11), di record (in rete a soli 19 anni ai mondiali del 1998 contro l’Argentina), ma anche di tanti guai muscolari che ne hanno compromesso gli ultimi anni della carriera.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina. Email: fcucinotta@mondosportivo.it