Torino, Cerci: “Orgoglioso della convocazione in Nazionale”

L’ala del Torino Alessio Cerci ha parlato in conferenza stampa della sua prima convocazione in Nazionale: “Sono orgoglioso e felice per la convocazione, credo di essermela meritata sul campo. Qui ci sono grandi calciatori, giocare sarà più semplice. Per vari motivi in questi anni non sono esploso, ma in questo momento ho trovato una realtà importante come il Torino”.

L’esperienza in maglia granata si sta rivelando fondamentale nel suo percorso di crescita, anche grazie al suo mentore Ventura: “Ora penso solo al futuro e a fare bene con la casacca granata. Ventura conta molto per me, mi conosce bene e sa come prendermi. Io non penso di essere un cattivo ragazzo, ma a volte sono state messe etichette sbagliate sulle mie spalle. Il mister è stato molto importante, anche perché adotta un tipo di gioco adatto alle mie caratteristiche. Per le cavolate c’è stato tempo, ora devo pensare in grande. Non posso più sbagliare, sono maturato e questa è un’occasione molto importante per me”.

Condividi
Classe ’91, studia Scienze della Comunicazione a Roma Tor Vergata. Calciofilo DOC e inviato per CalcioMercato.com, ha scritto anche per il sito ufficiale del Frosinone Calcio. Email: spantano@mondosportivo.it