Champions League femminile, verso i quarti di finale

La lunga attesa è finita. Finalmente, dopo tanti discorsi e aspettative, la parola passerà al campo: tutto è pronto, dall’Inghilterra alla Francia passando per l’Italia, per i quarti di finale della Champions League femminile. Competizione che acquista fascino, che vede la sua importanza crescere anno dopo anni, ora nella sua edizione forse più matura e completa.

Il 2012-2013 del calcio donne europeo entra dunque nel vivo, grazie alla presenza di alcune autentiche regine del Vecchio Continente, a partire dal Lione asso pigliatutto in Francia come altrove, in Champions come nella MobCast Cup, il primo esperimento di Mondiale per Club messo su mesi fa in Estremo Oriente. Forti anche di una campagna acquisti di tutto rispetto, Schelin e compagne affronteranno il Malmö, compagine scandinava agguerrita, certo poco incline a rendere le cose facile alle avversarie. E non solo per una questione di orgoglio e carattere: sono proprio brave queste svedesi, nel lotto delle favorite a livello di nazionali per l’Europeo prossimo venturo. Svezia 2013 dove la stessa Francia, invero bella piena di calciatrici dell’OL, vorrà essere protagonista: ecco che le sfide dello Stade de Gerland e del Walhalla Stadium prendono tinte sempre più affascinanti.

Foto Torres Femminile e Tore Madau
Foto Torres Femminile e Tore Madau

Arsenal-Torres è un crocevia importante. Le inglesi, che hanno iniziato da poco il loro 2013 causa diverso calendario che la Women’s Super League segue rispetto al nostro, sono cariche e pimpante, pronte all’assalto verso quell’alloro continentale conquistato solo nel lontano 2007. Dall’altra parte, le rossoblù stanno conducendo dall’inizio il campionato di Serie A, pur con una certa flessione che di recente ha rimesso in gioco il Tavagnacco. C’è da capire, francamente, se il ravvivarsi della lotta scudetto fa bene o male in prospettiva Champions: da un lato tenere alta la guarda aiuta a mantenere quel clima di tensione decisivo nelle sfide che contano, ma dall’altro lo stress nervoso e fisico si può far sentire. Vero che fra nazionali e la vittoria a tavolino contro il Torino questa Torres non gioca da molto, però l’affiatamento si sente. Occorre vedere dove vanno gambe e testa, se reggono l’urto contro il blasonato avversario: “massimo rispetto ma nessun timore reverenziale nei confronti delle londinesi” ha dichiarato l’eterna Patrizia Panico.

Ormai fuori dalla lotta per il titolo transalpino, oltre che da quella per il piazzamento utile per l’Europa, lo Juvisy farà base a Besançon (Franca Contea) per rendere meno amaro il 2013. Non è un cliente facile il Göteborg, capace di eliminare le danesi del Fortuna Hjørring agli ottavi di finale: sempre Francia-Svezia, vedi sopra. La sensazione è che passino le francesi, in corsa peraltro negli ottavi di Coupe de France, dove se la vedranno col forte Paris Saint-Germain (si gioca Sabato 23 Marzo).

In teoria infine è agevole il compito del Wolfsburg, la squadra più felice dell’esito nell’urna quando accoppiata alle russe del Rossiyanka. Mai sottovalutare l’avversario, specie a livello europeo, però di fatto l’ex Nadezhda Krasnoarmeysk è parso a tutti l’ostacolo più abbordabile fra i papabili. Proprio per questo allora tutta la pressione sarà sulle spalle delle tedesche: perdere avrà il sapore del tonfo, per davvero.

Champions League femminile – Quarti di finale (andata)

Mercoledì 20 Marzo

Arsenal-Torres (ore 15)
Wolfsburg-Rossiyanka (ore 18, diretta Eurosport)
Lyon-LdB Malmö (ore 18, diretta EuroSport2)
Juvisy-Göteborg (ore 20)

 

Condividi
Sardo classe 1987, ama il rugby, il calcio e i supplementari punto a punto. Già redattore di Isolabasket.it e della rivista cagliaritana Vulcano, si è laureato in Lettere con una tesi su Woody Allen. Email: mportoghese@mondosportivo.it