Ligue 2, 29/a giornata: rallenta il Monaco, rilancio Guingamp

29esima giornata di Ligue 2, con il Monaco che rallenta la corsa in vetta, fermato sul 2-2 interno dall’Angers. Ospiti due volte in vantaggio e due volte rimontati dai monegaschi che, però, non riescono a spingere sull’acceleratore nella ripresa e devono accontentarsi del pari.

Fondamentale, per contro, la vittoria del Guingamp nello scontro diretto in casa sul Caen. 1-0 maturato nel recupero grazie alla rete di Kerbrat, che vale il terzo posto in solitaria per i rossoneri, a +3 proprio sugli avversari di giornata. Il Caen, invece, viene agganciato al quarto posto a quota 48 punti, proprio dall’Angers e avvicinato a -1 dal Nîmes, che vince con discreta facilità sul campo del Le Mans per 3-0.

Nelle retrovie, grossa occasione persa per il Sedan, sul campo dell’Arles, che subisce il pareggio proprio nel finale su autorete e vede sfumare una vittoria che sarebbe stata fondamentale nella corsa alla salvezza.

Venerdì
Arles-Sedan: 2-2 (45’+1 Delclos (A), 70′ Dielna (S), 71′ Diallo (S), 88′ aut. Kouamatien (A))
Guingamp-Caen: 1-0 (90’+2 Kerbrat)
Istres-Clermont: 0-0
Le Havre-Nîort: 2-1 (43′ Riviere (L), 87′ Houla (N), 90′ Mesloub (L))
Le Mans-Nîmes: 0-3 (20′ Boche, 66′ Nouri, 80′ Kone)
Monaco-Angers: 2-2 (3′ Diers (A), 33′ Dirar (M), 40′ Keseru (A), 59′ Riviere (M))
Tours-Laval: 1-1 (35′ Oniangue (T), 77′ Viale (L))

Sabato
Lens-Auxerre: 1-0 (79′ Touzghar)

Lunedì
Dijon-Nantes: 3-1 (17′ Aristeguieta (N), 48′ e 58′ Guerbert (D), 50′ Diallo (D))

Martedì
Ajaccio-Châteauroux: 1-1 (53′ Orinel (C), 60′ Laifa (A))

Classifica Ligue 2 dopo la 29^ giornata
Pos. Squadra Partite Punti | Pos. Squadra Partite Punti
1 Monaco 29 58 | 11 Tours 29 35
2 Nantes 29 54 | 12 Istres 29 34
3 Guingamp 29 51 | 13 Châteauroux 29 33
4 Caen 29 51 | 14 Arles 29 32
5 Angers 29 48 | 15 Laval 29 31
6 Nîmes 29 47 | 16 Nîort 29 30
7 Dijon 29 46 | 17 Clermont 29 30
8 Le Havre 29 43 | 18 Le Mans 29 30
9 Auxerre 29 40 | 19 Sedan 29 24
10 Lens 29 40 | 20 GFC Ajaccio 29 21
Condividi
Torinese, classe 1983. Da piccolo voleva vedere Wembley e il Maracanã, gli manca ancora il secondo. Toro e Arsenal nel cuore, sta fra un tackle di Gilberto Silva e Tony Adams che chiama il fuorigioco.