Formula 1, GP d’Australia 2013: trionfa Raikkonen, sul podio Alonso e Vettel

E’ Kimi Raikkonen il vincitore della ventinovesima edizione del gran premio d’Australia, gara inaugurale del Mondiale 2013 di Formula 1. Il pilota finlandese della Lotus ha sbaragliato il resto della compagnia a cominciare dalla Ferrari di Fernando Alonso, splendido secondo, mentre il campione del mondo e poleman Sebastian Vettel deve accontentarsi del terzo posto. Ottime notizie anche per quanto riguarda l’altra Rossa di Maranello, quella del brasiliano Massa, giunto quarto al traguardo, ma apparso competitivo fin dalle prime tornate; buon quinto posto per Lewis Hamilton, all’esordio su una Mercedes condotta al traguardo tra qualche difficoltà.

Vittoria a sorpresa, dunque, per il pilota finlandese, alla seconda affermazione in assoluto con la monoposto anglo-lussemburghese, la ventesima della sua carriera; un GP, quello vinto da Raikkonen, deciso anche grazie all’ottima strategia adottata dall’ex campione del mondo, che con una sosta in meno rispetto agli altri piloti è riuscito a scavalcare tutti, resistendo nel finale all’assalto di un grintoso Alonso. Per quanti riguarda gli altri, week end decisamente da dimenticare per le due McLaren: le frecce d’argento sono state autrici di una gara assolutamente anonima, con Button giunto al nono posto, mentre Perez ha chiuso all’undicesimo, fuori dalla zona punti.

LA GARA

Pronti via e Sebastian Vettel, partito dalla pole position, mantiene la testa della corsa, mentre nelle retrovie sono le Ferrari a dare spettacolo soprattutto con Massa, che in breve si porta alle spalle del tedesco, superando anche l’australiano Webber, partito dalla prima fila accanto al compagno di scuderia. Intanto iniziano i primi pit stop, con quasi  tutti i piloti che effettuano la prima sosta, compresa la Ferrari di Alonso e la Lotus di Kimi Raikkonen; Vettel sempre al comando, tallonato da Massa che sembra non voler mollare la presa. Gomme medie per i primi dieci dopo la prima sosta ai box, supersoft subito in degrado; al giro 24 arriva il primo ritiro della gara australiana: è la Williams del venezuelano Maldonando a terminare la sua corsa nella ghiaia e a dire addio al gran premio. Problemi poco dopo anche per la Mercedes di Rosberg, costretto a parcheggiare la sua vettura a bordo pista e a ritirarsi. In testa, intanto, è passato Raikkonen, che, dopo aver superato Sutil, tiene a bada gli altri piloti, primo grazie ad una sosta in meno rispetto al resto della compagnia: due anziché tre. Alle spalle del finlandese Alonso è letteralmente indemoniato: l’asturiano rosicchia decimi a suon di giri record, ma il distacco non gli permette di insinuare il primo posto. Trionfa Raikkonen, autore di un giro pazzesco nel finale, davanti ad Alonso e a Vettel, che dopo gli ardori dei primi giri deve accontentarsi del terzo posto.

L’ordine d’arrivo (prime posizioni) del GP d’Australia 2013.

Ordine d’arrivo

Pilota

Scuderia

1 Raikkonen Lotus
2 Alonso Ferrari
3 Vettel Red Bull
4 Massa Ferrari
5 Hamilton Mercedes
6 Webber Red Bull
7 Sutil Force India
8 Di Resta Force India
9 Button McLaren
10 Grosjean Lotus
11 Perez McLaren
12 Vergne Toro Rosso

Classifica piloti: Raikkonen 25, Alonso 18, Vettel 15, Massa 12, Hamilton 10, Webber 8, Sutil 6, Di Resta 4, Button 2, Grosjean 1

Classifica costruttori: Ferrarri 30, Lotus 27, Red Bull 23, Force India 10, Mercedes 10, McLaren 2

Michele Pannozzo

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.