Grecia – Asteras Tripolis sempre più su: sconfitto l’Atromitos

L’Asteras Tripolis fa il suo dovere e ora aspetta il PAOK al varco: + 4 momentaneo sulla bicefala del nord e secondo posto ancora una volta cementato. Cade mestamente un impreciso Atromitos, che vede rosicchiato il margine con il quinto posto del PAS Giannina, ora a -3 dai bianco-blu.

 

DOPPIETTA ISPANICA, MATATO L’ATROMITOS. C’è profumo d’Europa a Peristeri: l’Atromitos vuole chiudere al più presto la questione quarto posto, mentre l’Asteras Tripolis continua la cavalcata verso la storica seconda piazza. Lo studio dell’avversario occupa le prime battute della gara, rotte solo dal precoce infortunio di Christos Pipinis, sostituito da Lautaro Formica. Un Asteras equilibrato va al tiro con Navarro, mentre l’Atromitos prova a essere più intraprendente, ma con pochi risultati e con qualche errore di troppo.
Il maggiore possesso degli ospiti si concretizza con l’occasione da parte di Lencse, che trova un attento Radman, ma soprattutto con il gol dello 0-1: al 37′, Rayo confeziona un assist al bacio per Usero, che riceve il pallone da destra e fulmina il portiere croato. Si va al riposo con ancora Laszlo Lencse pericoloso su cross di Tsambouris.
La ripresa si apre con una colossale occasione per i padroni di casa, con Napoleoni, Chumbinho e Udodji che non riescono a trovare la rete del pareggio, nonostante tre tentativi consecutivi. Il pubblico incita continuamente e storce il naso per alcune decisioni arbitrali, comunque adeguate a una partita maschia e di grande importanza. La punizione di Ximo Navarro al 61′ fa sì che l’Asteras si rifaccia vivo dalle parti dei pali avversari, ma l’occasione per il raddoppio arriva al 66′, quando Radman abbatte Lencse in area e causa un calcio di rigore, trasformato abilmente da Rayo.
L’Atromitos è stordito dal 2-0 e ha bisogno di qualche minuto di assestamento per riprendere a pungere con convinzione. Dall’80’ in poi produce qualche occasione, come la punizione di Karagounis o la grande percussione di Mantzios, ma in ambedue le circostanze Bantis è attento. Gli avversari applicano una buona strategia di contenimento, ma senza rinunciare alle sortite offensive.

 

 

 

ATROMITOS – ASTERAS TRIPOLIS: 0-2 (0-1).
Atromitos (4-2-3-1): Radman; Skondras, Tavlaridis, Fyntanidis, Giannoulis; Iglesias, Dimoutsos; Napoleoni (70′ Karagounis), Brito (46′ Chumbinho), Udodji (70′ Epstein), Mantzios. A disp.: Kuqi, Lazaridis, Garcia, Manolo. All.: Anastopoulos.
Asteras Tripolis (4-2-3-1): Bantis; Tsambouris, Sankaré, Bartolini, Pipinis (3′ Formica); Alvarez, Usero; Ximo Navarro, Rayo (81′ Kontoes), De Blasis; Lencse (72′ Kalantzis). A disp.: Setti, Caffa, Kourbelis, Georgakopoulos. All.: Tsiolis.
Arbitro: Giorgios Kominis.
Marcatori: 37′ Usero, 67′ rig. Rayo.
Note: ammonizioni: Radman, Skondras, Iglesias (A), Bartolini, Alvarez, Usero, Ximo Navarro, Kalantzis (AT).

Condividi
Pavese classe '91, laureato in scienze politiche, per lui lo sport è uno specchio su cui si riflette la storia di un popolo. Stregato dal calcio inglese e greco, ama la politica, l'heavy metal e il whiskey. Email: fpiacentini@mondosportivo.it