Premier League, 30/a giornata: City ko a “Goodison Park”, lo United ipoteca il titolo. Bene Arsenal, crolla il Liverpool

30esima giornata di Premier League (29esima per molte, però, dopo la pausa forzata per l’FA Cup settimana scorsa), e il Manchester City crolla a Goodison Park contro l’Everton, consegnando quasi definitivamente il titolo al Manchester United. Gran partita degli uomini di Moyes che trionfano, con una rete per tempo, e dominano per larghi tratti nonostante restino in 10 uomini nella ripresa, per l’espulsione di Pienaar. Mancini recrimina per un possibile rigore non concesso ai suoi nel secondo tempo ma, in generale, il City combina poco e non riesce a ribaltare il punteggio. Ne approfitta così la formazione di Sir Alex Ferguson che nell’ultima sfida delle 18 supera di misura il Reading 1-0 con gol di Wayne Rooney. Tre punti che servono ad ipotecare il titolo della Premier con un +15 sui cugini del City.

Si ritrova l’Arsenal che vince 2-0 a Swansea, con Monreal e Gervinho nell’ultimo quarto d’ora, nello scenario generale di una gara che offre, però, piuttosto poco. Importante, in ogni caso, il salto in avanti dei Gunners verso il quarto posto (o, quantomeno, per confermare almeno il quinto, valido per l’Europea League), considerando la contemporanea sconfitta per 3-1 del Liverpool sul campo del Southampton. Grande prestazione del Soton contro un Liverpool parso soprattutto un po’ stanco psicologicamente, dopo la cavalcata di risultati delle ultime settimane.

Pari senza reti tra Stoke WBA, vince una gara importantissima, invece, l’Aston Villa, al Villa Park, per 3-2 contro il QPR. Altalena di punteggio per tutta la gara ma decide, all’81’, il solito Benteke, e lancia i padroni di casa a +6 sul Wigan (che ha, però, due gare da recuperare). Il QPR di Redknapp, invece, resta bloccato a 23 punti in fondo alla classifica e subisce un brutto stop dopo il tentativo di rimonta verso la salvezza, costruito nelle ultime gare.

Sabato
Everton-Manchester City: 2-0 (32′ Osman, 90’+3 Jelavic)
Aston Villa-QPR: 3-2 (23′ Jenas (Q), 45’+2 Agbonlahor (A), 59′ Weimann (A), 73′ Townsend (Q), 81′ Benteke (A))
Southampton-Liverpool: 3-1 (6′ Schneiderlin (S), 33′ Lambert (S), 45’+1 Coutinho (L), 80 Rodriguez (S))
Stoke-WBA: 0-0
Swansea-Arsenal: 0-2 (74′ Monreal, 90’+1 Gervinho)
Manchester United-Reading: 1-0 (21′ Rooney)

Domenica
Sunderland-Norwich: 1-1 (26′ Hoolahan (N), 40′ rig. Gardner (S))
Tottenham-Fulham: 0-1 (52′ Berbatov)
Chelsea-West Ham: 2-0 (19′ Lampard, 50′ Hazard)
Wigan-Newcastle: 2-1 (18′ Beausejour (W), 71′ Santon (N), 90′ Kone (W))

PER VEDERE LA CLASSIFICA DI PREMIER LEAGUE CLICCA QUI

Condividi
Torinese, classe 1983. Da piccolo voleva vedere Wembley e il Maracanã, gli manca ancora il secondo. Toro e Arsenal nel cuore, sta fra un tackle di Gilberto Silva e Tony Adams che chiama il fuorigioco.