Papa Francesco tifoso e socio onorario del San Lorenzo de Almagro

Ieri sera tutto il mondo aveva gli occhi puntati su San Pietro, per l’elezione del nuovo Papa. Il nome è quello di Jorge Bergoglio da oggi conosciuto come Francesco, è il primo papa argentino della storia, il primo non europeo, il primo “Francesco” e soprattutto è un tifoso e amante del calcio, della squadra del “Barrio Boedo” o del “Gazometro”: i rossoblù del San Lorenzo de Almagro. Ricordate la famosa frase di Papa Giovanni Paolo II: “Il calcio è la cosa più importante delle cose meno importanti”, è bello ritrovare un Papa, che ama il calcio e lo sport. Andiamo un po’ indietro nel tempo e scopriamo che, il padre di Sua Santità, giocava a Basket nel club “azul papa_francesco_tesseray rojo” e portava ogni Domenica il figliolo al “Viejo Gasometro”, molto probabilmente proprio lì nacque l’amore del piccolo Jorge per la squadra di Boedo, inoltre fu lui a celebrare la messa nel 2008, in occasione del centenario del club, ricordando con entusiasmo la storica squadra del ’46  e ricevendo la tessera di socio onorario.

Grande entusiasmo soprattutto per i tifosi e calciatori argentini, infatti Maradaona ha twittato: “Il Papa è argentino!“. El “pibe de oro” si mostra felice e desideroso di incontrarlo al più presto: “Appena verrò in Italia mi auguro di poter avere un’udienza con lui“.

“Un Papa argentino! Cuanta felicidad! Francisco I me encantaria poder dedicarte el Mundial 2014”, ha scritto Lionel Messi. “El Papa es Argentino, que orgullo!”, ha twittato Sergio Aguero, attaccante del Manchester City.

image_galleryJ.Zanetti, che ha parlato ai microfoni di Inter Channel: “Devo ammettere che quello che provo in questo momento è soprattutto una grande emozione per tutti noi argentini. Non lo conosco di persona, ma è un Papa che ha vissuto a Buonos Aires, molto umile e sempre vicino sempre al nostro popolo”. “La fede è cosi importante nel mondo – ha aggiuto – e noi gli siamo tutti vicini. Ho avuto la fortuna di conoscere Papa Ratzinger e adesso mi aspetto di avere l’occasione di conoscere il nuovo Papa connazionale, sarebbe una grandissima emozione per me e per tutta la mia famiglia. Gli auguro tutto il bene possibile e, ripeto, per tutti noi come popolo argentino è una grande emozione”.

Dunque questo Papa da pochissimo eletto sembra già regalare forti emozioni e felicità, grande messaggio di cui questo bellissimo sport ha bisogno.

Condividi
Ponzese, ma trapiantato sulla terraferma per motivi di studio. Amante di qualsiasi campionato italiano, soprattutto di quello della Lega Pro e di tutto quello che si può abbinare alla parola "Fanta".