Sci alpino: a Lenzerheide decide la nebbia. In discesa libera le coppe di disciplina vanno a Svindal e Vonn

La tappa conclusiva della Coppa del mondo di sci alpino, in programma a Lenzerheide in Svizzera, non è cominciata sotto i migliori auspici. Oggi erano in calendario le gare di discesa libera maschile e femminile, ma la nebbia ha obbligato gli organizzatori a cancellare entrambe le prove, assegnando la Coppa di disciplina con una prova in meno.

In campo maschile il titolo è andato al norvegese Svindal che centra l’accoppiata Mondiale-Coppa del mondo in discesa. Secondo posto per l’austriaco Kroll davanti ai nostri Paris e Innerhofer, rispettivamente terzo e quarto. Per i colori italiani quella in discesa libera è stata comunque una stagione fantastica con un ricco bottino di ben cinque vittorie (tra cui le prestigiose Bormio, Kitzbuhel e Garmisch) e l’argento iridato conquistato da Paris a Schladming.

Un solo punto di differenza ha permesso a Lindsney Vonn di vincere il titolo femminile in discesa davanti alla slovena Tina Maze. Per la sciatrice statunitense si tratta di un successo che cancella solo in parte un’annata fortunata, condizionata dalla lunga assenza nel mese di dicembre e conclusa con il bruttissimo incidente nella prima gara dei campionati mondiali. Terzo posto per la tedesca Hoefl-Riesch, mentre Debora Merighetti con il suo settimo posto è la migliore delle italiane.

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it