Grecia – La corsa per l’Europa è apertissima

Domenica 10 marzo: l’Olympiakos Pireo diventa campione di Grecia. Tutto finito, quindi? Neanche per sogno: tutto è ancora da decidere. Già, poiché nonostante la truppa di Michel abbia messo in bacheca il quarantesimo scudetto della sua storia, ci sono tre campi in cui gioca con le unghie e con i denti, molto probabilmente fino all’ultimo minuto.

La corsa per l’Europa è serratissima: Asteras Tripolis e PAOK combattono per il secondo posto a un punto di distacco l’uno dall’altro, come due cani che si litigano l’osso; l’Atromitos guarda al mantenimento della quarta piazza; mentre per il quinto gradino, ultimo posto per la post season che deciderà chi parteciperà a cosa, c’è la bagarre totale. Il locale è già pieno, ma altri clienti ci vogliono entrare: Panathinaikos e PAS Giannina hanno la prevendita, Panionios e Xanthi non vogliono più fare da tappezzeria.

A cinque giornate dalla fine, la classifica dice:

Olympiakos Pireo, 66 (già campione)
Asteras Tripolis, 50
PAOK Salonicco, 49
Atromitos, 41
Panathinaikos, 35
PAS Giannina, 35
Skoda Xanthi, 31
Panionios, 31

Asteras Tripolis, 50
Galacticos dell’Arcadia stanno andando ben oltre le aspettative. Grazie al loro gioco qualitativo e brioso, reso possibile dai numerosi sudamericani e spagnoli in campo, hanno raggiunto un secondo posto meritato, ora mantenuto anche con l’aiuto della dea bendata, grazie a qualche rete fortunosa. In vantaggio sul PAOK negli scontri diretti, l’Asteras ha davanti a sé tre trasferte impegnative e dovrà ritrovare lo smalto di un tempo per tenere a bada l’assalto della bicefala del nord.

Calendario:
Atromitos (fuori) – Vuole chiudere al più presto il discorso quarto posto.
Panionios (fuori) – Ripresosi dalla crisi, è discontinuo, ma pericoloso.
Skoda Xanthi (casa) – Se sarà ancora in corsa per l’Europa sarà un ospite indigesto.
Aris Salonicco (fuori) – Sarà ancora in bagarre salvezza? Al Vikelidis si fatica sempre.
OFI (casa) – Se già salvo, sarà un impegno accessibile.

 

PAOK Salonicco, 49
Costantemente a caccia dell’Asteras Tripolis, ha tratto beneficio dal mercato di gennaio e può contare su un’ottima fase offensiva, che lo rende il secondo miglior attacco della Super League. Impegnato anche sul fronte Coppa di Grecia, che il presidente Savvidis vuole mettere in bacheca, dovrà dare il massimo nelle prossime due difficili partite per non aumentare il distacco dai giallo-blu.

Calendario:
Panathinaikos (casa) – Rivalità sentita, non può fallire il colpo in casa.
Olympiakos Pireo (fuori) – Campioni sazi? Non credo: serve la prestazione d’autore.
Veria (casa) – Un piccoletto che sa bene come dare fastidio, specialmente se non sarà salvo.
Levadiakos (fuori) – Probabilmente sarà già al sicuro e forse lascerà qualche spazio in più.
PAS Giannina (casa) – Dipende da dove gli ionici saranno, ma il PAOK è favorito.

 

Atromitos, 41
Per dirla come va detta, solo un suicidio volontario può minare il quarto posto dell’Atromitos. La difesa è solida e non creerà problemi, che però potrebbero essere rinvenuti nell’attacco e nella creazione di gioco, apparsa però in crescita nella scorsa gara. Se continuerà il percorso, allora non ci saranno problemi.

Calendario:
Asteras Tripolis (casa) – Vincere sarebbe il miglior modo per scuotere l’ambiente.
Skoda Xanthi (fuori) – In casa i traci non sono fortunati, ma la loro velocità è letale.
Aris Salonicco (casa) – Meglio in casa che a Salonicco, ma la concentrazione è d’obbligo.
OFI (fuori) – Dipende dalla situazione dei cretesi, di certo allo Yedi Kule è dura.
AEK Atene (casa) – Stesso discorso di prima, ma il quarto posto dovrebbe essere già sicuro.

 

Panathinaikos, 35
Sebbene i risultati sorridano, il Panathinaikos si mantiene di una discontinuità impressionante, alternando prestazioni dinamiche e incisive a spettacoli di imbarazzante banalità. Fabri Gonzalez non si dice mai soddisfatto dei suoi e sta lavorando affinché lo stile di gioco migliori. Le tre sfide casalinghe sono assolutamente da tramutare in nove punti. Il PAS Giannina è in vantaggio negli scontri diretti.

Calendario:
PAOK Salonicco (fuori) – Il Toumbas sarà indiavolato, non sarà un lavoro semplice.
Platanias (casa) – I cretesi giocano bene, ma ci sono sempre due o tre modi per batterli.
Panionios (casa) – Due squadre discontinue… può succedere di tutto.
Olympiakos Pireo (fuori) – Il derby degli eterni nemici, c’è bisogno di dire altro?
Veria (casa) – Dipenderà dalla situazione.

 

PAS Giannina, 35 
Giocare contro chi è in lotta per salvarsi è meglio o peggio? Ce lo dirà Christopoulos a fine campionato. A leggerlo sembra un calendario agevole, a parte la gara del Karaiskaki, ma non ci metterei la mano sul fuoco, poiché ognuna delle quattro sulla strada degli ionici potrà sfoderare una prestazione coi fiocchi.

Calendario:
Olympiakos Pireo (fuori) – Per i tre punti sono la tredicesima fatica di Ercole.
Aris Salonicco (casa) – Ripeto: meglio in casa che al Vikelidis, ma occhio…
OFI (fuori) – Dipenderà dai risultati precedenti, campo ostico.
AEK Atene (casa) – L’aggressività dell’AEK potrà mandare in crisi la difesa ionica.
Kerkyra (casa) – Sarà probabilmente l’ultima dei Feaci in Super League.

 

Skoda Xanthi, 31
La sconfitta contro il PAS ha infranto i sogni di gloria della regina di Tracia, che può ancora puntare all’Europa, ma non deve sbagliare nulla. Il calendario non è dei più semplici, la qualità e la velocità per fare dei buoni risultati ci sono, ma tutto ciò va incastrato con i passi falsi delle rivali. Insomma, forse un po’ troppe variabili.

Calendario:
Panthrakikos (fuori) – Il derby di Tracia imprevedibile, la crisi dei verdi può finire lì: Xanthi, attento
Atromitos (casa) – Avversario ostico e con una difesa ben schierata.
Asteras Tripolis (fuori) – Una trasferta complessa, serve una prestazione al top.
Panionios (fuori) – Scontro diretto da vincere. Punto.
Aris Salonicco (casa) – Se fosse il match decisivo, ci potrebbero essere avversari migliori.

 

Panionios, 31 Stesso discorso per il Panionios, anche se va detto che fin da inizio campionato l’obiettivo dichiarato è sempre stato la salvezza. Però, finché la matematica non condanna, è lecito sognare. Poi si dà un’occhiata agli avversari e… bé, sognate finché potete.

Calendario:
Platanias (fuori) – Battibile, ma l’imbarcata è dietro l’angolo.
Asteras Tripolis (casa) – Serve il vantaggio fulmineo e non abbassare la guardia fino alla fine.
Panathinaikos (fuori) – Scontro diretto da portare a casa, aperto a tutto.
Skoda Xanthi (casa) – Questo poi…
Olympiakos Pireo (fuori) – Non è il modo migliore per finire: dovesse essere decisiva… auguri!

Condividi
Pavese classe '91, laureato in scienze politiche, per lui lo sport è uno specchio su cui si riflette la storia di un popolo. Stregato dal calcio inglese e greco, ama la politica, l'heavy metal e il whiskey. Email: fpiacentini@mondosportivo.it