Inter-Bologna: precedenti e statistiche del posticipo di Serie A

Il posticipo della 28/a giornata di Serie A mette di fronte Inter e Bologna: la squadra di Andrea Stramaccioni continua la rincorsa alla zona Champions, a quattro punti di distanza (vista la vittoria di ieri sera del Milan). I ragazzi di Pioli, invece, viaggiano verso una tranquilla salvezza, obiettivo ormai lontano soltanto qualche punto.

A dire la verità, in questa stagione c’è già stato un precedente a San Siro: le due squadre si sono affrontate in Coppa Italia, incontro nel quale l’Inter riuscì ad ottenere un doppio vantaggio, salvo poi farsi recuperare da Diamanti e compagni. Nei tempi supplementari, però, Ranocchia sfruttò una brutta uscita di Agliardi, segnando il gol del definitivo 3 a 2. Sempre Ranocchia, il 28 ottobre 2012, portò in vantaggio i nerazzurri nell’incontro di andata a Bologna: quella volta terminò, invece, 1 a 3 per gli ospiti, dato che a nulla servì la rete di Cherubin, che riaprì l’incontro nella ripresa.

L’ultima volta che le due squadre si sono incontrate al Meazza in campionato, invece, fu una vera e propria disfatta per l’Inter: una doppietta di Di Vaio e un gol allo scadere di Acquafresca segnarono una delle sconfitte stagionali più pesanti per i nerazzurri, in piena crisi di identità. Nonostante tutto, però, nell’era “post-triplete” l’Inter ha una serie positiva contro i rossoblù: 3 vittorie, 1 pareggio e 1 sola sconfitta.

Per quanto riguarda il bilancio totale tra le due squadre, considerando solo gli incontri disputati a Milano, ci sono da registrare ben 48 successi nerazzurri, a fronte di soli 22 pareggi e 12 vittorie degli emiliani: 140 gol all’attivo per la squadra meneghina, 77 invece quelli subiti. Nella stagione 1961/62, inoltre, è stato registrato l’incontro con il maggior numero di segnature: ben 10, distribuite però a favore dell’Inter, dato che quell’incontro terminò con il tennistico punteggio di 6-4.

Capitolo bocche da fuoco: Milito e Palacio sono in testa a questa speciale classifica, entrambi fermi a 9 reti. E se la presenza del Principe è impossibile, visto l’infortunio che lo terrà fuori dai campi da gioco per molto tempo, l’ex attaccante del Genoa invece dovrebbe essere regolarmente in campo. Lo stesso vale per Gilardino, capocannoniere della squadra di Pioli con 10 reti all’attivo in questa stagione, ormai una vera e propria sicurezza. Non solo attaccanti nelle statistiche, perchè per quanto riguarda i palloni recuperati troviamo Ranocchia al sesto posto in Serie A, con ben 489 interventi riusciti; anche Cherubin ben figura, forte dei suoi 456 palloni intercettati. Nella personale sfida tra portieri, invece, troviamo sorprendentemente Agliardi avvantaggiato su Handanovic dal punto di vista delle parate effettuate: 87 a 76 a favore dell’italiano.

La batosta subita dall’Inter in Europa League contro il Tottenham avrà effetti negativi sulla squadra di Stramaccioni, oppure i nerazzurri concentreranno tutte le proprie forze sull’obiettivo terzo posto? Difficile saperno: affidandoci ai semplici numeri, nelle ultime cinque partite casalinghe, l’Inter ha portato a casa 9 punti, più di quanto ha fatto il Bologna in trasferta (6 punti). Padroni di casa favoriti, ma la sorpresa è sempre dietro l’angolo.

http://www.youtube.com/watch?v=EjyJ4V6aqQI

Condividi
Nato a Genova nel maggio 1992; è un appassionato di calcio, basket NBA e pallavolo (sport che ha praticato per molti anni). Frequenta la facoltà di Scienze Politiche, indirizzo amministrativo e gestionale. Email: alelli@mondosportivo.it