Nba, i risultati del 7 marzo: Miami e San Antonio non sanno più perdere. Bryant trascina i Lakers, Boston espugna Indiana

Tanto spettacolo nella notte nba, quattordii gare ricche di emozioni, rimonte e risultati inaspettati alla vigilia. Partiamo col successo dei Nets che espugnano il campo dei Bobcats costretti all’ottava sconfitta consecutiva  e mantengono il quarto posto a est grazie alla coppia Johnson-Williams (42 pt in due).

Sconfitta pesante in chiave playoff per i Jazz a Cleveland, il team dello Utah non ha saputo contenere il nuovo re dell’Ohio Kyrie Irving mvp del match con 20 punti 10 assist e 7 rimbalzi, per la franchigia di Salt Lake City la situazione adesso è tutt’altro che semplice, i Lakers li hanno quasi raggiunti all’ottava piazza. Proprio i gialloviola nella notte hanno effettuato una clamorosa rimonta a New Orleans che gli permette di credere sempre più nell’ottavo posto, ormai alla portata del team di D’Antoni ad appena due lunghezze dagli Utah Jazz. A guidare i californiani alla vittoria ancora una volta è stato il black mamba Kobe Bryant eroe assoluto della notte con 42 punti 12 assist e 7 rimbalzi. Vincono in rimonta e in trasferta anche i Celtics di Doc Rivers impegnati sul parquet dei Pacers tra i meno espugnati della lega, determinante sul filo della sirena è stato il lay-up di Green che ha sancito il risultato di 83-81 in favore dei verdi di Boston, settimi a est ma a una sola lunghezza da Atlanta e Chicago. Vittoria tra le mura amiche per gli Hawks sui Sixers, messi ko da un ispirato Teague che regala ai tifosi della Georgia una prova da 27 punti e 11 assist. A ovest continuano a fare bene i Memphis Grizzlies di Marc Gasol  autore di 23 punti e 12 rimbalzi, che annullano gli sforzi dei Blazers e mantengono la quarta piazza nella western conference. Espugnano Detroit nonostante l’assenza di Anthony i New York Knicks, ispirati dalla serata di grazia del terzetto Felton, Stoudemire e Smith, capaci di andare oltre il ventello e frantumare i sogni di vittoria dei Pistons. Sedicesima vittoria di fila per i Miami Heat che in casa contro i Magic sudano sette camicie, ma ottengono la vittoria nel finale grazie al solito Lebron James (26 pt)  che a tre secondi dal termine realizza il canestro decisivo che mette ko la franchigia della Florida. Vincono ancora e rispondono a Miami, gli instancabili San Antonio Spurs, padroni della lega che all’At e T Center strapazzano i Bulls 101-83 guidati dalla coppia Duncan-Ginobili (36 pt in due) che annullano gli sforzi di un ottimo Belinelli migliore dei suoi con 21 punti a referto. Successo allo Staple Center per gli ottimi Clippers che superano i Bucks grazie ai 25 punti di Crawford, mattatore dell’incontro che rende inutili i 22 punti di un ottimo Monta Ellis. Nelle altre gare disputate nella notte trionfano Dallas, Minnesota,Golden State e Toronto, rispettivamente contro Houston,Washington, Sacramento e Phoenix.

NBA I RISULTATI DEL 7 MARZO

Brooklyn Nets-Charlotte Bobcats 99-78

Utah Jazz-Cleveland Cavs 101-104

Boston Celtics-Indiana Pacers 83-81

Philadelphia 76ers-Atlanta Hawks 96-107

Orlando Magic-Miami Heat 96-97

New York Knicks-Detroit Pistons 87-77

Portland Trail Blazers-Memphis Grizzlies 85-91

Los Angeles Lakers-New Orleans Hornets 108-102

Washington Wizards-Minnesota T-Wolves 82-87

Houston Rockets-Dallas Mavericks 108-112

Chicago Bulls-San Antonio Spurs 83-101

Toronto Raptors-Phoenix Suns 98-71

Milwaukee Bucks-Los Angeles Clippers 101-117

Sacramento Kings-Golden State Warriors 83-87

 

KOBE DA 42 PUNTI

LA TOP 10 DELLA NOTTE

Condividi
Nato a Catania nel 1987, dopo aver conseguito la laurea in Scienze della comunicazione, ha iniziato a collaborare con diversi siti calcistici, occupandosi prevalentemente di calciomercato e calcio internazionale. Email: cbattiato@mondosportivo.it