Brasile, Bruno ha confessato: ha ucciso la sua ragazza

Bruno Fernandes das Dores de Souza, oramai ex portiere del Flamengo, ha rivelato ieri al tribunale di Contagem, vicino a Belo Horizonte, di aver ucciso la sua ragazza. Questi i dettagli dell’omicidio: dopo averla strangolata e fatta a pezzi, nel senso letterale del termine, l’estremo difensore avrebbe dato in pasto ai rottweiler i resti della povera Eliza Samudio. Della donna non si avevano tracce da giugno del 2010, ma solo nelle ultime ore Bruno è crollato davanti alle accuse dei magistrati. Una rivelazione inquietante, che rovina la vita e la carriera di un uomo a che, in passato, era additato dai giornalisti sudamericani come il favorito a difendere la porta del Brasile.

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.