Imolese Femminile, intervista a Giorgia Mazzucato

Archiviata la pausa per neve facciamo due chiacchiere con Giorgia “Gigia” Mazzucato, centrocampista imolese proveniente dallo Zensky Padova.

La neve ha rinviato la partita di oggi? Peccato, vero? Avreste voluto giocare e perché?

“Più che un peccato, un vero fastidio. Dopo la pausa da calendario, una pausa forzata in più è stata decisamente poco ben gradita. Per me poi anche particolarmente dato che sono appena tornata dall’infortunio e ho voglia e bisogno di macinare minuti”.

Guardiamo alla prossima col fanalino di coda Milan. Basterà poco per vincere?

“Non basta mai poco per vincere. Sarebbe poco credibile dire che non partiamo favorite, ma come ogni partita, è necessario partire facendo pochi calcoli e lottando per evitare delusioni che sarebbero difficili da smaltire”.

Dell’andata che ricordi hai?

“Dell’andata ho il ricordo di una chiamata con il preparatore atletico Vincenzo, pochi minuti dopo la fine della partita. Avevo dovuto saltare la trasferta per stare a Padova a fare uno spettacolo”.

Che momento sta attraversando la squadra?

“Credo che un enorme pregio di questa squadra sia la costanza. Tra allenamenti e partite abbiamo sempre mantenuto una buona linea a livello di prestazioni, risultati e, in generale, di impegno e dedizione. Ritengo quindi che ora non ci si trovi in nessun momento “particolare”, ma magari sarebbe bello lo diventasse con un’impennata nel rush finale”.

Come lo vedi il rush finale?

“Non avendo nulla da perdere non solo ce la giochiamo a viso aperto, ma anche con il sorriso stampato in faccia. Manca davvero poco alla fine. Sarà bello combattere e tentare di rimeritarsi i punti guadagnati all’andata laddove abbiamo già vinto ma sarà ancora più bello provare a dimostrare di potersi portare a casa anche qualche punto in più che invece all’andata abbiamo lasciato per strada”.

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile. Email: spellone@mondosportivo.it