Premier League, 28/a giornata: un guizzo di Tevez regala il “monday night” al City

Vince e si porta a meno dodici dalla vetta, occupata dai cugini dello United, il Manchester City di Roberto Mancini. Al “Villa Park” di Birmingham, un gol in chiusura di prima frazione dell’argentino Carlos Tevez beffa un Villa volenteroso ma troppo timido davanti, e sempre più invischiato nella lotta per non retrocedere.

CITY IN CONTROLLO, VILLA IN TRINCEA – Falcidiati dagli infortuni e al terzultimo posto in classifica, i Villans approcciano la sfida con molta prudenza, lasciando il pallino del gioco e il possesso del pallone in mano al City che, come da copione, imbastisce le proprie trame cercando l’improvvisa verticalizzazione dopo aver sfiancato gli avversari tenendo per interi minuti il pallone tra i piedi. Dopo l’infortunio di Rodwell e il successivo ingresso in campo di Edin Dzeko, il primo sussulto della gara lo regala Tevez, con un potente destro dai 25 metri che Guzan respinge in corner. Sugli sviluppi dello stesso, Dzeko impegna ancora una volta l’estremo difensore statunitense, bravo a distendersi e a deviare la sfera fuori dallo specchio della porta. I padroni di casa si difendono ordinatamente, e provano a sfruttare in contropiede la velocità di N’zogbia e la fisicità di Benteke, creando però pochi problemi alla retroguardia del City. In una delle poche visite offensive effettuate nella metà campo del City, l’Aston Villa rischia di portarsi in vantaggio: su un pallone recapitato in area da corner,  N’zgobia svetta in cielo, ma trova sulla linea di porta l’immenso Tevez a salvare i suoi. Passata la paura, la svolta della gara arriva al primo minuto di recupero della frazione: sempre Tevez approfitta di un’ incredibile indecisione di Clark, scarta Guzan in uscita e deposita in rete il pallone del vantaggio e del successo finale.

SENZA PATEMI, PASSA IL CITY- Nella ripresa i limiti palesati dai “Claret and Blue” emergono in modo evidente, sia per la situazione di punteggio che per l’includente e sterile manovra locale. I “Citizens” potrebbero così chiudere la sfida subito, in contropiede, ma lo scatenato Tevez si vede respingere sulla linea da Lowton il raddoppio. A questo punto Paul Lambert prova ad attingere dalla sua panchina qualche elemento in grado di cambiare le sorti della sfida: ci prova prima con Holman al posto di N’zogbia, e poi con El Ahmadi. Ma non ottiene che qualche mischia in area di rigore celeste, e anzi, rischia di subire il gol del raddoppio quando Yaya Tourè pennella da fuori area un destro di grande qualità, che però viene respinto ancora una volta dal montante. La confusione finale e il cuore dell’Aston Villa non bastano alla formazione delle Midlands a trovare il prezioso pari. Con due vittorie nelle ultime dodici giornate, il terzultimo posto in graduatoria con appena ventiquattro punti, e la prospettiva concreta di doversi giocare il tutto per tutto nelle prossime due sfide con Reading e Qpr privi di molti titolari, il futuro dei Villans appare di sempre più appeso a un filo sottilissimo. Vince dopo più di due mesi in trasferta il Manchester City (ultimo successo all’Emirates contro l’Arsenal) e consolida il secondo posto, oltre a tenere invariato il distacco dalla vetta. E in attesa del match di quarti di F.A. Cup contro il Barnsley, Mancini può di nuovo sorridere.

ASTON VILLA-MANCHESTER CITY 0-1 (0-1)

Aston Villa (4-4-2): Guzan, Lowton, Baker, Clark, Bennett, Weimann (84′ Dawkins), Westwood (84′ El Hamdi), Agbonlahor, N’Zogbia( 65′ Holman), Delph, Benteke. All: Paul Lambert

Manchester City (4-3-1-2): Hart, Nastasic, Zabaleta, Clichy, Kolo Tourè, Yaya Tourè, Rodwell (25′ Dzeko), Silva (91′ Barry), Milner, Javi Garcìa, Tevez (75′ Nasri). All: Roberto Mancini

Arbitro: Mike Dean

Marcatori: 45′ Tevez (M))

Note: ammoniti:Benteke (A), Delph(A))

Sabato
Chelsea-WBA: 1-0 (28′ Ba)
Everton-Reading: 3-1 (42′ Fellaini (E), 59′ Pienaar (E), 66′ Mirallas (E), 84′ Robson-Kanu (R))
Manchester United-Norwich: 4-0 (45′, 76′ e 87′ Kagawa, 90′ Rooney)
Southampton-QPR: 1-2 (14′ Remy (Q), 45′ Ramirez (S), 77′ Bothroyd (Q))
Stoke-West Ham: 0-1 (45′ Collison)
Sunderland-Fulham: 2-2 (16′ rig. Berbatov (F), 35′ Riether (F), 37′ rig. Gardner (S), 70′ Sessegnon (S))
Swansea-Newcastle: 1-0 (85′ Moore)
Wigan-Liverpool: 0-4 (2′ Downing, 18′, 34′ e 49′ Suarez)

Domenica
Tottenham-Arsenal: 2-1 (37′ Bale (T), 39′ Lennon (T), 51′ Mertesacker (A))

Lunedì
Aston Villa-Manchester City 0-1 ( 45′ Tevez))

 

Condividi
Nato a Terracina il 1° febbraio 1989. Amante di tutto ciò di sferico che rotola su un campo rettangolare. Collaboratore presso diverse testate giornalistiche, sportive e non. Studia Lettere alla Sapienza di Roma. Email: lsavarese@mondosportivo.it