Borussia Dortmund show: 3-0 allo Shaktar. Tedeschi ai quarti di finale

Grazie ad una prova maiuscola il Borussia Dortmund travolge in casa lo Shaktar Donetsk e si qualifica ai quarti di finale della Champions League; forte del 2-2 della gara d’andata, i tedeschi superano con un netto 3-0 la formazione ucraina del tecnico Lucescu, tornando tra le migliori otto squadre d’Europa dopo un’assenza di ben quindici anni. Di Santana, Götze e Błaszczykowski le reti dei gialloneri del mago Kloop; Shaktar volenteroso, ma poco concreto in attacco.

Formazioni con moduli speculari quelle schierate dai due tecnici: mister Klopp rinuncia all’influenzato Hummels e si affida al polacco Lewandowski come terminale d’attacco, mentre tra gli ucraini Luiz Adriano è la punta di riferimento. Spettacolo sugli spalti e in campo al “Westfalestadion”, merito di un Borussia che, dopo una prima mezz’ora di sterile pressione, scatena i suoi talenti che infiammano il gioco e il caloroso pubblico giallonero. La gara si sblocca al 31′, quando su azione di calcio d’angolo il difensore brasiliano Santana sovrasta il proprio marcatore e firma l’1-0 tedesco; il raddoppio arriva poco dopo: stavolta è Lewandowski ad apparecchiare per Götze che batte di precisione Pyatov. Lo Shaktar prova a farsi vedere sul finale di primo tempo, ma Weindfeller è attento. L’ingresso ad inizio ripresa di Douglas Costa sembra svegliare gli ucraini: il brasiliano sfiora il gol dell’1-2 in un paio di occasioni. Borussia sotto pressione, ma ci pensa il portiere ospite Pyatov a dare una mano ai tedeschi, lasciandosi sfuggire dalle mani un pallone che Błaszczykowski trasforma nella rete del 3-0. La terza marcatura della formazione di casa spegne le speranze qualificazione degli ospiti, che tuttavia non rinunciano a cercare il platonico gol della bandiera: tante occasioni da una parte e dall’altra, ma il risultato non cambia. Il Borussia Dortmund vola ai quarti di finale, Shaktar fuori a testa alta.

BORUSSIA DORTMUND-SHAKTAR DONETSK: 3-0
Borussia Dortmund (4-2-3-1): Weindfeller 6,5; Subotic 6, Piszczek 5,5, Santana 7, Schmelzer 6; Bender 6 (46′ Kehl 6), Gündoğan 6,5 (82′ Sahin); Götze 7, Reus 6,5, Błaszczykowski 6,5 (70′ Großkreutz 6); Lewandowski 7A disp.: Langerak, Leitner, Bittencourt, Schieber. All.: Klopp.
Shaktar Donetsk (4-2-3-1): Pyatov 5; Kucher 5, Rat 5,5, Rakitskiy 5, Hubschman 6 (82′ Stepanenko); Fernandinho 6, Alex Texeira 5,5; Srna 6, Mkhitaryan 5, Taison 5 (46′ Douglas Costa 7); Luiz Adriano 5,5A disp.: Kanibolotskiy, Kryvtsov, Koni, Gai, Eduardo. All.: Lucescu.
Arbitro: Skomina (Slovenia)
Marcatori: 31′ Santana, 37′ Götze, 59′ Błaszczykowski
Note: ammoniti: Kucher (S); espulsi: –

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.