Verratti, si allontana il ritorno in Italia

Donato Di Campli, agente di Marco Verratti, chiude momentaneamente le porte in faccia a Milan e Juve, entrambe fortemente interessate a riportare in Italia uno dei giovani talenti più puri del nostro paese.

Né Milan né Juve compreranno Verratti. Marco resta a Parigi, non credo che quest’estate si possa muovere, sebbene l’interesse sia concreto e reale e lo ha ammesso lo stesso presidente Berlusconi“. Queste le dichiarazioni sibilline di Di Campli, in risposta al gradimento verso il giocatore palesato pochi giorni fa dal presidente rossonero.

Verratti è nelle mire della Juventus già da questa estate; il trasferimento a Torino, vista anche la fede bianconera del giocatore, sembrava imminente, quanto il Paris Saint Germain è piombato sul giocatore. Il progetto della società bianconera era quello di acquistare un regista che potesse prendere il posto di Pirlo, imparando da lui in questi anni, per poi ottenere le chiavi del centrocampo juventino almeno per i due lustri successivi.

Il Milan, dal canto suo, vede in Verratti quel giocatore di qualità che farebbe fare il salto di qualità al centrocampo rossonero, reparto orfano di un vero regista proprio dalla partenza di Andrea Pirlo. Lo scarso apporto fornito da de Jong in fase di costruzione di gioco e l’assenza in generale di un giocatore che organizzi la manovra (oltre a Montolivo), uniti alla linea verde intrapresa dal Milan fanno sì che Marco Verratti sia uno dei principali obiettivi di mercato dei rossoneri.

Dopo Balotelli, c’è da aspettarsi un altro lungo braccio di ferro tra le squadre italiane e gli sceicchi, per poter valorizzare in patria i talenti della nostra nazionale prematuramente lasciati andare all’estero.

 

Condividi
Nasce nel 1987 a Udine, gioca a calcio da quando ha 6 anni. Laureato in Relazioni Pubbliche e Comunicazione Integrata per le Imprese e le Organizzazioni. Email: stomat@mondosportivo.it