Juventus, Bendtner ubriaco al volante: arrestato

“Mi spiace, non bisognerebbe mai guidare da ubriachi”: affida a Twitter le sue lacrime da coccodrillo Nicklas Bendtner, attaccante danese della Juventus che è finito in manette proprio per essere stato colto al volante ubriaco dalla polizia di Copenaghen. A confermarlo è stato il suo stesso agente, Jesper Lynghus, a un giornale danese: “Bendtner è stato portato alla stazione di polizia la scorsa notte due ore dopo la corsa contromano”. Sì, perché l’attaccante ha pure guidato in senso di marcia vietato.

Nicklas Bendtner è attualmente in convalescenza, visto che da tempo è fermo ai box per la rottura del tendine dell’adduttore della coscia sinistra, ma di certo non sta facendo rimpiangere la sua presenza in campo e con questo gesto probabilmente si è giocato gran parte della fiducia che la società bianconera gli aveva accordato. Difficile quindi che Marotta lo riscatti, più probabile che il giocatore torni a fine stagione ad essere un atleta dell’Arsenal, società dalla quale proviene.

Anche perché non è la prima volta in cui Bendtner finisce nei guai con la giustizia per colpa dell’alcol. Circa un anno fa, infatti, gli venne ritirata la patente per quasi due mesi proprio perché era stato trovato alticcio al volante. Non solo. Quando militava in un’altra società inglese, il Sunderland, fu indagato per vandalismo. In quel caso i superalcolici non c’entravano, ma il carattere e la condotta non certo ineccepibili sì. Insomma, non si può di certo parlare di stile Juve.

Condividi
Nata il 7 ottobre 1982 e laureata in Teorie e tecniche della comunicazione mediale, è giornalista professionista. Lavora al quotidiano Il Giorno. Musica, cinema e sport (tranne i motori) sono le sue droghe.