Fiorentina-Chievo:precedenti, numeri e statistiche

A Firenze, per la ventisettesima giornata di campionato, la Fiorentina ospiterà il Chievo. Una sfida che rappresenta un’opportunità importante per entrambe le squadre. La Fiorentina, con una vittoria, si rilancerebbe in chiave europea, rispondendo agli assalti sempre più incalzanti di Catania e Roma, apparse più in palla negli ultimi tempi. Il Chievo invece deve cercare di dimenticare in fretta un febbraio disastroso, che ha visto gli scaligeri mettere in cascina soltanto un punto frutto del pareggio casalingo con il Palermo. E, per quanto il Franchi quest’anno sia un campo difficile per tutti, di certo il Chievo può contare su un aneddoto che i tifosi gialloblu ricorderanno con piacere.

Il terreno di gioco dei viola infatti, è stato il teatro della prima vittoria di sempre in Serie A per la formazione veronese. Era la stagione 2001/02 e il Chievo, che sarebbe stato poi protagonista di un campionato sorprendente, espugnò Firenze nella prima giornata di andata con il punteggio di 2-0. Quella stagione si concluderà poi mestamente per i viola, con la retrocessione in B ed il fallimento. Anche l’ultimo precedente del franchi sorride ai veronesi, vittoriosi per 2-1 con le reti di Pellissier e Luca Rigoni. Di Ljajic la rete dei toscani.  I precedenti in Serie A tra le due squadre al Franchi sono otto, con cinque vittorie casalinghe e tre ospiti. Niente segno X quindi finora.

La squadra viola però quest’anno al Franchi raramente sbaglia. Soltanto il Pescara infatti ha violato il campo fiorentino in questa stagione. Poi sono arrivati tre pareggi con Juve, Samp e Napoli e ben nove vittorie. Il punteggio che più volte è scaturito a Firenze è il 4-1, imposto agli ospiti per ben quattro volte questa stagione, a riprova della facilità con la quale la squadra viola trova il bersaglio nelle sfide casalinghe. Al Chievo invece in questa stagione, il colpo esterno è riuscito per tre volte, con Genoa, Cagliari e Lazio. Nelle altre dieci trasferte però, è arrivata sempre la sconfitta. Le più pesanti tra queste sono arrivate contro il Milan (5-1 a San Siro) e il Bologna (4-0 al Dall’Ara). Numeri che non inducono all’ottimismo.

In definitiva, si può tranquillamente assegnare ai padroni di casa l’etichetta di favoriti, ma il confronto potrebbe comunque rivelare sorprese. La capacità dei veronesi di ripartire in velocità con giocatori come Thereau e Cofie potrebbe creare grattacapi alla difesa viola come accaduto a squadre come il Napoli (vittorioso solo per 1-0 al San Paolo) e la già citata Lazio. Oltretutto la Fiorentina dovrà fronteggiare la squalifica di un elemento chiave come Cuadrado e bisognerà vedere se saprà farlo in maniera efficace. Occhio quindi a non considerare gli scaligeri come vittima sacrificale.

Condividi
Nato a Sora (FR) il 20 gennaio 1990, ma residente a Roma per motivi di studio. Appassionato di calcio italiano e internazionale, con un debole per le curiosità statistiche e i campionati scandinavi.