Formula 1, Barcellona test day 5: problemi per Massa, bene Hamilton

Dopo una settimana di pausa, le monoposto della Formula 1 sono tornate in pista a Barcellona per l’ultima sessione di test invernali 2013; una quattro giorni che dovrà fornire alle scuderie le ultime indicazioni prima del via ufficiale del mondiale, che scatterà il prossimo 17 marzo in Australia. Giornata condizionata dalla pioggia quella trascorsa sul circuito del Montmelò, con pista umida al mattina e per buona parte del pomeriggio, mentre è andata via via asciugandosi sul finale, consentendo a Mark Webber di ottenere il miglior crono della giornata, dopo che la mattinata aveva visto la Mercedes di Hamilton precedere il resto della compagnia.

Problemi, invece, per la Ferrari, guidata per l’occasione da Felipe Massa. La F138 del brasiliano si è fermata in pista nel pomeriggio, non si sa se per un problema alle sospensioni o per la fine della benzina, costringendolo a terminare anzitempo la propria sessione di prove; nonostante ciò il pilota della scuderia del cavallino rampante ha effettuato ben 112 tornate, chiudendo ottavo a quasi 5 secondi dal leader di giornata. Un lavoro mirato al long run quello del sudamericano, che ha testato vari tipi di pneumatici, da bagnato al mattino, intermedi nel pomeriggio.

Per quanto riguarda gli altri piloti, come detto Webber ha stampato il miglior giro della giornata, facendo fermare il cronometro sull’1:22.693, crono ottenuto ad una manciata di minuti dalla fine delle prove. Dietro di lui si è confermato Hamilton, che come Massa ha inanellato un gran numero di tornate, mostrando una crescita della sua Mercedes. Bene anche il francese della Toro Rosso Vergne, terzo, così come il finlandese della Williams Bottas, che chiude al quarto posto. Problemi, invece, per la Lotus di Romain Grosjean, che ha sofferto di una perdita idraulica, mostrando ancora una volta qualche problema tecnico.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.