Esclusiva Mp – Ds Ascoli: “Zaza? Piace alla Juve, ma è meglio fare un anno alla Samp”

Simone Zaza, una delle principali rivelazioni del campionato di Serie B, ha molti estimatori in giro. Su di lui si sono già mosse alcune delle società più celebri del nostro calcio tra cui la Juventus. Abbiamo intercettato il ds dell’Ascoli, Giovanni Paolo De Matteis, per avere un quadro più chiaro sulla situazione e non solo.

Direttore, meglio fare subito il grande salto oppure procedere a gradi?

A mio avviso per Simone sarebbe più opportuno assaggiare la Serie A con la maglia della Sampdoria e credo che le cose andranno proprio così. Da quando ho saputo sulle sue tracce c’è la Juventus, ma il club doriano crede tanto in lui e vuole valorizzarlo ulteriormente.

Prima, però, deve salvare l’Ascoli…

Certamente. Ha recuperato dall’infortunio e a Crotone sarà titolare. Lui e Feczesin formano un’ottima coppia, perché Simone svaria su tutto il fronte d’attacco nonostante la grossa mole fisica e può giocare con qualsiasi compagno di reparto. E’ davvero un calciatore completo.

Siete reduci da una sconfitta interna con il Sassuolo: concorda che una squadra così, nella serie cadetta, non si vedeva dai tempi della Juve?

Concordo. Giocano il calcio più bello degli ultimi anni di Serie B e soprattutto sono continui nei risultati. Di Francesco ha fatto un ottimo lavoro e merita il salto di categoria.

Enigma playoff: a suo avviso si faranno?

Sono convinto di sì. Accadrebbe il contrario solo se la terza accumulasse un vantaggio di nove punti sulla quarta e, francamente, in un campionato così livellato la vedo dura.

Molte compagini giocano meglio in trasferta…

E’ vero anche questo. Nel calcio di oggi se fai una buona fase difensiva e poi riparti con attaccanti veloci e pungenti sotto porta, hai molte possibilità di centrare il risultato. Non dimentichiamoci poi della pressione, che ormai è alta a tutti i livelli: chi gioca fuori casa ne ha molta di meno rispetto agli avversari.

 

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.