Derby di Milano: fioccano le multe a Inter, Milan e Balo

Il derby degli odiati ex Balotelli e Cassano finisce inevitabilmente con alcune sanzioni pecuniarie per Milan e Inter, in seguito a comportamenti inadeguati delle rispettive curve.

A farne le spese è anche Mario Balotelli che, dopo aver mantenuto la calma per tutta la partita, si è lasciato andare a una plateale reazione proprio alla fine della gara, uno sfogo probabilmente dovuto anche alla serata sfortunata vissuta dal centravanti rossonero.

Bersagliato per tutti i 90 minuti con insulti anche a sfondo razzista (in curva nord, feudo nerazzurro, si sono viste “sventolare” anche alcune banane), SuperMario ha risposto alle provocazioni dei suoi ex sostenitori afferrandosi i genitali mentre era rivolto verso di loro.  Il “nobile” gesto, rilevato dalla procura federale, costerà al giocatore la bellezza di € 10.000 di multa.

Il giudice sportivo della Lega di Serie A, Gianpaolo Tosel, ha inflitto poi alcune sanzioni a Inter e Milan. Di seguito due estratti del comunicato ufficiale  n.155 del 26 febbraio 2013, estrapolato dal sito ufficiale della Lega:

Ammenda di € 50.000,00 con diffida : alla Soc. INTERNAZIONALE per avere suoi sostenitori:
1) all’11° del primo tempo, all’11°, 15°, 16° e 19° del secondo tempo, indirizzato grida e cori
costituenti espressione di discriminazione razziale ad un calciatore della squadra avversaria; 2) al
30° del primo tempo e al 44° del secondo tempo, indirizzato analoghi cori nei confronti di altro
calciatore della squadra avversaria; 3) al 12°del primo tempo ed al 34° e 37° del secondo tempo,
esposto quattro striscioni dal contenuto insultante nei confronti di un calciatore e dei sostenitori
della squadra avversaria; 4) nel corso del primo tempo e al 30° del secondo tempo, indirizzato in
varie circostanze un fascio di luce-laser sul terreno di giuoco, nonostante reiterati inviti a
desistere da tale riprovevole comportamento; con recidiva specifica; entità della sanzione
attenuata ex art. 14 comma 5 in relazione all’art. 13 comma 1 lettere a) e b) CGS, per avere la
Società concretamente operato con le forze dell’ordine a fini preventivi e di vigilanza.

Ammenda di € 10.000,00 : alla Soc. MILAN per avere suoi sostenitori, al 6° del primo tempo, al
36° e 39° del secondo tempo, esposto tre striscioni dal contenuto insultante nei confronti di un
calciatore e dei sostenitori della squadra avversaria; sanzione attenuata ex art. 13 lettere a) e b)
CGS, per avere la Società concretamente operato con le forze dell’ordine a fini preventivi e di
vigilanza.

Condividi
Nasce nel 1987 a Udine, gioca a calcio da quando ha 6 anni. Laureato in Relazioni Pubbliche e Comunicazione Integrata per le Imprese e le Organizzazioni. Email: stomat@mondosportivo.it