Nba, i risultati del 25 febbraio: tornado Bryant, vuole i playoff! Okc travolge i Bulls, Cleveland sfiora il colpaccio a Miami

Domenica davvero interessante per quanto riguarda il basket americano. Partiamo dalle due sfide che si sono giocate nella serata di ieri e con un dato di fatto ormai sotto gli occhi di tutti; i Los Angeles Lakers vogliono giocare i playoff di fine stagione. Dimostrazione di forza per Bryant e compagni che vincono a Dallas 103-99 grazie ai 38 punti, 12 assist e 7 rimbalzi del Mamba e centrano la terza vittoria consecutiva (28-29) ormai con il fiato sul collo degli Houston Rockets che al momento occupano l’ultimo posto disponibile per accedere alla post season. Nell’altra sfida della “serata italiana” i Golden State Warriors vincono 100-99 in casa dei Minnesota Timberwolves trascinati da Jack, Lee, Landry e Stephen Curry blindando così il sesto posto a ovest.

Veniamo ora alle gare della notte e alla splendida gara tra Miami Heat e Cleveland Cavaliers. 109-105 il punteggio finale ma quanta fatica per gli Heat tenere testa a Kyrie Irving e compagni. Il 2 dei Cavs mette 17 punti a referto (solo 6/16 dal campo), Waiters fa meglio di lui con 26 punti a fine gara, proprio i Cavs che nel finale sbagliano di tutto e sciupano un vantaggio di ben 9 lunghezze. Con un parziale di 11-2 ne approfitta Miami (9 punti di fila di Wade) che vince in rimonta grazie anche ai 28 punti e 8 assist di Lebron conquistando così la vittoria numero 40 in stagione. Tirata e molto bella anche la sfida vinta 92-86 tra i Portland Trailblazers e i Boston Celtics ormai sicuri di poter partecipare ai playoff di fine stagione. Non bastano i 23 di Pearce e i 20 di KG perché Portland fa di meglio con cinque uomini in doppia cifra e i 24 di Wesley Matthews. I Chicago Bulls crollano sotto i colpi degli Oklahoma City Thunder 102-72, si tratta della 24esima sconfitta stagionale per i Bulls e della 41esima vittoria, invece, per Okc che continua a mantenere la scia degli Spurs. Prestazione disastrosa di Belinelli (9 pt.) e compagni, la peggiore al tiro del campionato con il 29,1%. Dall’altra parte arrivano 19 punti, 6 assist e 14 rimbalzi per Kevin Durant mentre Westbrook mette a referto 23 punti. Nona sinfonia in esterna, invece, per i San Antonio Spurs che passano anche a Phoenix 97-87 nonostante il turno di riposo che coach Popovich concede a Tony Parker, appiedato da una contusione al tricipite destro.

Torna al successo finalmente anche New York dopo quattro sconfitte consecutive. Questa volta i Knicks superano Philadelphia 99-93 grazie ai 29 di Melo e ai 22 di un ritrovato Amare Stoudemire. Niente esordio per l’ultimo arrivato Kenyon Martin. Continua il periodo d’oro dei Memphis Grizzlies giunti alla settima vittoria di fila dopo il successo per 76-72 in casa dei Brooklyn Nets, che devono fare sempre a meno di Joe Johnson infortunato al tallone sinistro, con i 16 punti e 14 rimbalzi di Zibo Randolph. Chiudiamo, infine, con la vittoria di New Orleans sui Kings per 110-95 trascinati dal rookie Anthony Davies.

GLI HIGHLIGHTS DELLA NOTTE

TOP 10

NBA – I risultati del 25 febbraio

Giocate ieri

Dallas Mavericks-Los Angeles Lakers 99-103
Minnesota Timberwolves-Golden State Warriors 99-100

Nella notte

Miami Heat-Cleveland Cavaliers 109-105
New Orleans Hornets-Sacramento Kings 110-95
Brooklyn Nets-Memphis Grizzlies 72-76
New York Knicks-Philadelphia 76ers 99-93
Phoenix Suns-San Antonio Spurs 87-97
Portland Trailblazers-Boston Celtics 92-86
Oklahoma City Thunder-Chicago Bulls 102-72

Condividi
Giornalista pubblicista nato a Moncalieri il 9/7/86, vive a Formia (LT). Vicedirettore di MondoPallone, telecronista, opinionista e co-conduttore del programma #FuoriGGioco. Adora il calcio estero e la NBA. Email: miannotta@mondosportivo.it