Cagliari-Torino 4-3: tre rigori, granata in 9, Conti decide in extremis

E’ un Cagliari imbattuto da sei giornate in campionato, 3 vittorie e altrettanti pareggi, quello che ospita il Torino di Ventura all’Is Arenas a porte chiuse. Un 4-3 che porta i cagliaritani a 31 punti in classifica, raggiungendo così proprio i piemontesi.  

COSSU ISPIRATO, SAU FA CENTRO SU RIGORE – E’ un primo tempo senza grandi occasioni, ma i padroni di casa sono più reattivi. Ci prova subito Conti al 6′ su punizione dai 30 metri, tiro deviato in corner dalla barriera. Al 9′ grande azione in velocità del Cagliari con Ibarbo che innesca Cossu, ma finisce in fuorigioco. In queste prime battute l’unico spunto del Torino è un colpo di testa di Glick su corner. Ancora Cossu: lasciato libero sulla trequarti, rientra sul destro e prova il tiro dalla distanza, ma la palla è fuori. Contatto molto dubbio al 19′ in area cagliaritana: Avelar arriva in ritardo su Ogbonna, ma per l’arbitro è tutto regolare. E’ ancora Cossu ad accendere gli spunti cagliaritani e al 34′, su una sua punizione al limite dell’aria, Rossettini sbuca in velocità ma manca l’aggancio decisivo. Al 36′ Sau entra in area e al momento del tiro Ogbonna lo ostacola: rigore, che l’attaccante del Cagliari non sbaglia. Tiro secco intercettato da Gillet che si insacca però sotto la traversa. E’ l’undicesimo sigillo per Sau in questa stagione. Il Torino tenta una reazione, ma prima Bianchi e poi Glick mancano l’appuntamento col gol.

RIPRESA EMOZIONANTE, TORINO IN 9 E 2 RIGORI – Pronti via e al 47’ i granata agguantano il pareggio: Cerci arriva in velocità in area e calcia di potenza su una respinta corta della difesa del Cagliari. Passano soli 8’ per il raddoppio, firmato Stevanović, che non può sbagliare sul regalo confezionato da Agazzi, che smanaccia un grande cross di Cerci dalla sinistra. Il Torino non si ferma: al 60’ grande contropiede di Barreto che apre sulla fascia per Cerci, ma il tiro è deviato. Pinilla, entrato al posto di Ibarbo, cerca di smuovere la manovra dei sardi. Ma è sempre Cossu a mettere la firma: al 75’ vede smarcato Conti e lo serve con un gran cross dalla sinistra. Per il centrocampista cagliaritano metterla di testa è un gioco da ragazzi, 2-2. A 4 minuti dalla fine pazzia Ogbonna: stende in area Pinilla arrivato in progressione, seconda ammonizione per lui e rigore per il Cagliari, che l’attaccante cileno non sbaglia. Torino in 9 all’89’: Diop, appena entrato, rifila una manata a Nainggolan e per l’arbitro Peruzzo è rosso diretto. Al 92′ altro calcio di rigore per una trattenuta di Astori su Bianchi, e il Torino pareggia i conti. Sembra tutto finito, ma capitan Conti non ci sta e a pochi secondo dal fischio finale s’inventa un tiro dalla distanza che spiazza Gillet grazie alla deviazione di Glick. Finisce 4-3 per i padroni di casa al termine di un secondo tempo rocambolesco.

 

Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Pisano, Rossettini, Astori, Danilo Avelar (57′ Perico); Conti, Nainggolan, Ekdal; Cossu (85′ Cabrera); Sau, Ibarbo (65′ Pinilla). A disp.: Ariaudo, Nenè, Dessena, Cabrera, Perico, Abramov, Pinilla. All.: Pulga.

Torino (4-2-4): Gillet; Masiello, Ogbonna, Darmian, Glick; Gazzi, Vives; Cerci (91′ Menga), Stevanović (67′ Birsa), Bianchi, Barreto (87′ Diop). A disp.: Rodríguez, D’Ambrosio, Basha, Di Cesare, Menga, Brighi, Coppola, Birsa, Diop, Cáceres. All.: Ventura.

Arbitro: Peruzzo

Marcatori: 36′ Sau (R.) (C), 47′ Cerci (T), 54′ Stevanović (T), 76′ Conti (C), 87′ Pinilla (R.). (C), 92′ Bianchi (R.) (T), 94′ Conti (C)

Note. Ammonizioni: 13′ Conti (C), 49′ Stevanović (T), 50′ Nainggolan (C), 74′ Vives (T)  Espulsioni: 86′ Ogbonna (T), 89′ Diop (T)

Condividi
Calciofila DOC, fa giornalismo dall’età di 15 anni. Vive di passione per le cose belle della vita come il calcio, i viaggi, la lettura, il cinema, la musica. Pronta a diventare un’inviata dai campi. Email: mdellegrazie@mondosportivo.it