Atalanta-Roma 2-3, sotto la neve fioccano i gol

Secondo successo consecutivo per la Roma di Andreazzoli che, sotto la neve e contro una buona Atalanta, soffre ma porta a casa i tre punti. Dopo un primo tempo scoppiettante è un gol di Torosidis a decidere la contesa in favore dei giallorossi.

ANDREAZZOLI SENZA TOTTI, LIVAJA TITOLARE – Andreazzoli deve rinunciare a capitan Totti, rimasto a casa infortunato, così come De Rossi. Dietro l’unica punta, Osvaldo, agiscono Marquinho e Lamela mentre sull’out sinistro ritorna Balzaretti, fuori dopo l’infortunio. Piris, come contro la Juventus, centrale destro di difesa. Colantuono risponde con  Giorgi e Bonaventura sugli esterni di centrocampo, Denis terminale offensivo con Livaja a supporto.

SOTTO LA NEVE, FIOCCHI DI GOL – Un primo tempo divertente, sotto la neve di Bergamo. Colantuono si mostra stratega nell’inserire Livaja titolare che ripaga, dopo solo 9′, la fiducia del tecnico romano: Bonaventura, da due passi, piazza la palla verso il secondo palo, su cui è l’attaccante scuola Inter ad avventarsi per primo e regalare il vantaggio nerazzurro. Ma la Roma di Andreazzoli non ci sta e pareggia subito i conti: incursione di Marquinho che dal limite dell’area, invece di servire Osvaldo, preferisce calciare a giro e battere un Consigli non esente da colpe. La partita è divertente, l’atmosfera un po’ meno. Il terreno dell’ “Atleti Azzurri d’Italia” si imbianca causa neve, la visuale non è ottimale e allora, le parabole di Pjanic diventano più insidiose: è il bosniaco, su calcio di punizione, a togliere le ragnatele e fare 1-2. Ma sul più bello, poco prima del duplice fischio, è Mark Livaja a pareggiare i conti con un gol in spaccata.

PUPAZZO GRECO SOTTO LA NEVE – Nella seconda frazione di gioco si placa la neve ma il terreno di gioco continua a essere pesante. Roma e Atalanta sembrano essere stanche dopo un primo tempo davvero divertente. I padroni di casa ci provano con capitan Denis che, però, calcia debolmente nello specchio della porta. Andreazzoli cerca esperienza con Perrotta che rileva Marquinho. La svolta arriva al minuto 70: Bradley vede Torosidis sulla destra; il calciatore greco fa la torre per Lamela ma la sfera subisce una strana traiettoria e si insacca alle spalle di Consigli, non esente da colpe. I nerazzurri si riversano in attacco e, vedersi sfuggire una partita controllata per gran parte di partita, fa rabbia. Così, il difensore Contini perde le staffe e si becca un doppio giallo. In pieno recupero Lamela avrebbe l’opportunità del poker ma preferisce calciare addosso a Consigli.

Tabellino

Atalanta-Roma 2-3 (2-2)

ATALANTA (4-4-2): Consigli; Raimondi, Stendardo, Canini, Brivio; Giorgi (73′ Lucchini), Carmona, Biondini (73′ Cazzola), Bonaventura (84′ Budan); Livaja, Denis. A disp.: Polito, Frezzolini, Contini, Scaloni, Radovanovic, Troisi, Brienza, Moralez, De Luca. All.: Colantuono
ROMA (3-4-2-1): Stekelenburg; Piris, Burdisso, Marquinhos; Torosidis, Bradley, Pjanic (71′ Florenzi), Balzaretti; Lamela, Marquinho (63′ Perrotta); Osvaldo (82′ Tachtisidis) A disp.: Lobont, Goicoechea, Dodò, Romagnoli, Taddei, Lucca, Tachtsidis, Lopez. All.: Andreazzoli

Arbitro: Signor De Marco di Chiavari
Reti: 9′, 44′ Livaja (A), 12′ Marquinho (R), 34′ Pjanic (R), 70′ Torosidis (R)
Note: Ammoniti: Contini (A), Carmona (A),  Espulsi: 88′ Contini (A) per doppio giallo Recupero: 0’p.t./4’s.t.

Clicca qui per le pagelle di Atalanta-Roma

Condividi
Nasce nel 1993 a Reggio Calabria, ama lo sport e il giornalismo fin da giovanissimo; frequenta la facoltà di Giurisprudenza e dal settembre 2010 collabora con TuttoReggina.com e GenerazioneDiTalenti.