Spezia-Novara 0-6, i piemontesi portano a casa i tre punti al termine del primo set

Punteggio tennistico per il Novara in casa dello Spezia: 0-6 grazie a una serata di grazia per gli attaccanti piemontesi e una, invece, decisamente no per il portiere Guarna. 

ATZORI SI GIOCA IL POSTO, AGLIETTI OFFENSIVO – Nessuna sorpresa rispetto alla vigilia sulle scelte dei due tecnici: il tecnico Atzori, già al bivio della propria avventura ligure, mette in campo il miglior undici puntando ancora sulla difesa a tre e su un attacco di tutto rispetto con Sansovini e Pichlmann.   Aglietti, fresco di rinnovo, risponde col consueto 4-3-3 che hanno portato sette risultati utili in nove partite. In avanti Seferovic, proveniente dalla Fiorentina.

PIOGGIA DI FISCHI PER I BIANCONERI – I primi 45′ di gioco sono tutti di marca piemontese: la squadra di Aglietti è reattiva, arriva sempre per prima sul pallone, mentre i ragazzi di Atzori sembrano avvertire una pressione sempre più opprimente. E se Romagnoli salva un tiro di Sansovini a colpo sicuro nei primi minuti, capisci che la giornata non è delle migliori. La posta in palio è alta, così come il nervosismo: a fine primo tempo si conteranno due terzi di difesa ammonita per lo Spezia, un centrocampista (sempre ligure) e un centrale difensivo piemontese. È la giornata di Fernandes, l’uomo che sblocca la pratica al minuto 20′: Gonzales mette in mezzo e il centrocampista portoghese anticipa la difesa spezzina mettendo alle spalle di Guarna. La replica arriva poco più tardi: è ancora l’ex portiere dell’Ascoli a farla grossa facendosi sfuggire un semplice tiro di Lepiller. Lo Spezia fatica a reagire e va negli spogliatoi come un pugile stordito.

RIPRESA DA INCUBO BIANCONERO – Nonostante il palo iniziale di Pichlmann lo Spezia si scioglie allo scoccare dell’ora di gioco. È Seferovic (sarà contento Montella) a chiudere di fatto i giochi: dal limite, col sinistro, mette sul palo più lontano e batte Guarna. Qualche minuto più tardi, l’ex Lecce, ricambia il favore a Gonzalez che, dalla destra, mette sotto l’incrocio. Partita di fatto terminata: i tifosi piemontesi fanno festa a petto nudo, quelli liguri contestano la società. Ma non è mica finita eh: ancora Seferovic nel ruolo di rifinitore, Pesce insacca il cinque a zero. Risultato pesantissimo, lo Spezia esce di fatto dal campo ma per Guarna c’è ancora tempo di sbagliare. Tiro senza velleità da parte di Lazzari, nuovo entrato, Guarna buca l’intervento: 6-0.

Tabellino

Spezia-Novara 0-6 (0-2)

SPEZIA (3-5-2): Guarna 3; Benedetti 4, Romagnoli 4, Schiavi 4,5; Piccini 4 (46′ Di Gennaro 5), Lollo 4,5, Musacci 5, Bovo 5 (72′ Porcari 5), Garofalo 5; Sansovini 5,5, Pichlmann 4 (60′ Okaka 5). A disp.: Iacobucci, Rui, Madonna, Di Gennaro, Faye Balla. All.: Atzori
NOVARA(4-3-3): Bardi 6; Colombo 6, Lisuzzo 6,5, Ludi 6 (69′ Perticone s.v.), Crescenzi 6,5; Fernandes 7 (67′ Marianini 6), Buzzegoli 6,5, Pesce 6,5; Gonzalez 7,5 (77′ Lazzari 6,5), Seferovic 8, Lepiller 6,5. A disp.: Kosicky, Ghiringhelli, Rubino, Parravicini. All.: Aglietti

RETI: 20′ Fernandes (N), 30′ Lepiller (N), 60′ Seferovic (N), 64′ Gonzalez (N), 77′ Pesce (N), 85′ Pesce (N)
NOTE: Ammoniti: Romagnoli (S), Schiavi (S), Lollo (S), Lisuzzo (N); Espulsi: – Recupero: 1’p.t./2’s.t.

Condividi
Nasce nel 1993 a Reggio Calabria, ama lo sport e il giornalismo fin da giovanissimo; frequenta la facoltà di Giurisprudenza e dal settembre 2010 collabora con TuttoReggina.com e GenerazioneDiTalenti.