Tragedia in Siria, calciatore ucciso durante il riscaldamento

Un drammatico episodio ha colpito la Premier League siriana, costringendo i massimi vertici calcistici del paese a sospendere il campionato a tempo indeterminato. Durante la fase di riscaldamento del match tra l’Al Wathba e l’Al Nawair sono esplosi due colpi di mortaio nei paraggi dello stadio, ferendo a morte l’attaccante Youssef Suleiman. Inutile la corsa in ospedale dove il giovane calciatore è deceduto poco dopo. Altri quattro calciatori sono rimasti feriti e uno di questi versa in condizioni critiche. Il nome di Suleiman si aggiunge alla triste lista di vittime della guerra civile che dal 2011 sta seminando morte e dolore in Siria.

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal.