Il Napoli si schianta sul palo, solo un pari contro la Sampdoria

Il Napoli manca una clamorosa occasione di mettere pressione alla Juventus pareggiando per 0 a 0 contro una buona Sampdoria, attiva e più che mai reattiva nel primo tempo, poi brava a chiudersi nel finale respingendo ogni attacco partenopeo. Male Cavani e Insigne, strepitoso Romero nel deviare sul palo una conclusione a botta sicura di Hamsik.

Mazzarri sceglie Insigne come partner di Cavani, mentre Mesto prenderà il posto di Maggio, relegato in panchina; Limone risponde confermando Sansone – dopo la straordinaria prestazione contro la Roma – al fianco del solito Icardi. Gli azzurri provano a sfruttare le fasce per disarcionare i meccanismi della Samp; Armero e Mesto si propongono, ma la “linea Maginot” costruita dai blucerchiati è efficace e Insigne è costretto ad allargarsi a sinistra per riuscire a ricevere il pallone. Lo stesso Insigne illumina ma Cavani sciupa due buone occasioni, mentre De Silvestri e soprattutto Sansone impegnano De Sanctis con due conclusioni velenose. La Samp pressa alto e mette in difficoltà i partenopei, soprattutto Hamsik che non riesce a essere determinante come al solito tra le linee; le ripartenze doriane fanno male, Poli è una diga e Sansone corre come una scheggia, ma è Icardi ad avere l’occasione più ghiotta: strepitoso Behrami nel murarlo a due passi dal portiere azzurro.
Inler è stranamente impreciso e la manovra del Napoli fatica a svilupparsi; Mazzarri inserisce Zuniga e Pandev passando al 4-2-3-1 mentre Limone risponde rifugiandosi nella velocità di Eder; proprio il montenegrino trova Hamsik, che in area di sinistro colpisce il palo con la collaborazione di un eccellente Romero. Il finale è acceso più che mai: prima Cannavaro sfiora il gol, poi De Sanctis colpisce Maxi Lopez senza che Doveri intervenga. Finisce così, boccone amaro per Mazzarri che recupera “solo” un punto sulla Juventus.

NAPOLI-SAMPDORIA 0-0 (0-0)

Napoli (3-4-1-2): De Sanctis 6; Campagnaro 6, Cannavaro 6,5, Britos 6 (60′ Zuniga); Mesto 6, Inler 5,5 (77′ Dzemaili sv), Behrami 6, Armero 5,5 (65′ Pandev 6,5); Hamsik 5,5; Insigne 5, Cavani 5. A disp.: Rosati, Grava, Rolando, Gamberini, Maggio, Donadel, El Kaddouri, Calaio. All.: Walter Mazzarri.
Sampdoria (4-3-1-2): Romero 6,5; Rossini 6; Gastaldello 6; Costa 7; De Silvestri 7 (91′ Mustafi sv); Obiang 6; Krsticic 6; Poli 6,5; Estigarribia 5,5; Sansone 6 (66′ Eder 6,5); Icardi 6,5 (81′ Maxi Lopez sv). A disp.: Da Costa, Berni, Berardi, Castellini, Rodriguez, Munari, Poulsen, Maresca, Soriano. All.: Fedele Limone.
Arbitro: Daniele Doveri di Roma.
Marcatori: /
Note – Ammoniti: Campagnaro, Inler (N), Gastaldello (S).

Condividi
Nato a Genova nel maggio 1992; è un appassionato di calcio, basket NBA e pallavolo (sport che ha praticato per molti anni). Frequenta la facoltà di Scienze Politiche, indirizzo amministrativo e gestionale. Email: alelli@mondosportivo.it