Serie A Femminile, 20ma Giornata: il Verona incappa in un passo falso

Il Verona ospita in casa la sua bestia nera, il Firenze, e ne esce con le ossa rotte: 4-1 per le toscane con il bomber Alia Guagni sugli scudi. Ritorna in campo Cristiana Girelli ma non basta per non far cadere l’imbattibilità casalinga delle gialloblù che durava da dieci mesi. Si allontana il secondo posto in classifica.

Parlando della partita, il Verona viene colpito a freddo dopo nemmeno 2’, grazie ad una punizione della Guagni non irresistibile ma che passa in una selva di gambe e che si insacca alle spalle di Tasselli.
Le gialloblù potrebbero ristabilire subito la parità ma Mason, a porta sguarnita dopo un colpo di testa di Toselli che anticipa il portiere fiorentino in uscita, centra clamorosamente il palo. La porta fiorentina è ancora stregata al 9’ quando sempre Marta Mason riceve il cross di Toselli e di testa coglie la traversa.
Dopo due legni, le veronesi meritatamente pareggiano al 16’ su calcio di rigore trasformato da Girelli e concesso per atterramento di Karlsson ad opera di Binazzi ma sette minuti dopo il Firenze ripassa in vantaggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo con l’ex di turno, Salvatori Rinaldi, che in area spizzica la palla che coglie il palo e si insacca nonostante il tentativo in extremis di Tasselli.
Il Verona ritorna in attacco e colleziona palle gol: con una punizione dal limite di Cristiana Girelli deviata da Leoni in angolo, con Karlsson che incorna alto il pallone crossato da Zorri, con Cristiana Girelli che di testa non trova la porta e al 40’ con Mason che raccoglie una respinta di Leoni su tiro di Girelli ed il cui tiro viene respinto miracolosamente da un difensore sulla linea.
Prima del riposo ci prova anche Carolina Pini con Leoni che compie il miracolo e sul ribaltamento di fronte il Firenze segna il tre a uno con Salvatori Rinaldi il cui tiro di destro rimbalza davanti a Tasselli ingannandola ed insaccandosi.

In apertura di ripresa il Verona pasticcia nuovamente in difesa con Maria Karlsson deve metterci una pezza ma la stessa Karlsson al 52’ con un fallo di mano in area procura un rigore al Firenze trasformato da Alia Guagni.
Il Verona colleziona occasioni fallite con Marta Mason e Cristiana Girelli ma la porta del Firenze sembra stregata e la situazione rimane invariata.

VERONA –  FIRENZE 1-4 (1-3)

VERONA: Tasselli, Squizzato, Toscano Aggio, Carissimi, Karlsson, Di Criscio (46’ Capelloni), Toselli, Mason, Girelli, Pini. A disposizione: Ohrstrom, Maffezzoni, Gelmetti, Capelloni. Allenatore: Renato Longega.
FIRENZE: Leaoni, Esperti (47’ st. Bruno), Fusini, Binazzi, Benucci, Corsiani, Linari, Orlandi, Salvatori Rinaldi (47’ st. Razzolini), Guagni, Ferrati. A disposizione: Benucci Debora, Bruno, Cosi, Varriale, Magni, Peruzzi, Razzolini. Allenatore: Sauro Fattori
ARBITRO: Federico Di Giovanni di Brescia, assistenti Zanella e Zebele.
RETI: 2’ e 52’ (rig.) Guagni (FI), 16’ Girelli (rig) (VR), 23’ e 44’ Rinaldi (FI)
AMMONITE: Binazzi (FI), Di Criscio (VR)

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile. Email: spellone@mondosportivo.it