Le pagelle di Parma-Genoa: partita vivace, ma senza reti

Una partita dai due volti, quella dello stadio Tardini fra Parma e Genoa. Nel primo tempo a meritare il vantaggio è il Genoa, più preciso e vivace. Nel secondo, invece, il Parma mostra una maggiore voglia di fare e riesce qualche volta a impensierire, anche in modo clamoroso, Frey. Nessuno, però, riesce a trafiggere i portieri e così la gara finisce sullo 0-0. Ecco le pagelle della partita.

 

Parma

PARMA

Pavarini 6.5: Decisivo in alcune occasioni, come l’insidioso colpo di testa di Bertolacci in avvio del primo tempo.
Benalouane 5.5: Ogni tanto si perde. Gioca forse condizionato dal cartellino giallo rimediato pochi minuti dopo l’inizio della partita (Coda sv).
Paletta 6: Fa il suo, forse anche in modo un po’ troppo duro, pur di contenere Borriello.
Lucarelli 6: Qualche buon salvataggio in difesa gli basta per guadagnarsi la sufficienza.
Biabiany 6.5: I maggiori pericoli per il Genoa partono da lui. Corre, dribbla, tira e rischia persino di segnare: è in forma.
Mariga sv: S’infortuna all’inguine dopo pochissimi minuti, che sfortuna. (Ninis 6: nel primo tempo impiega un po’ ad entrare in partita, poi però firma qualche bella progressione).
Valdes 6: Imposta e ogni tanto tira. Purtroppo per il Parma, però, fuori bersaglio.
Parolo 5.5: Primo tempo da “Chi l’ha visto?”, poi si riprende e si rende utile. Ma è troppo poco per riuscire a guadagnarsi la sufficienza.
Gobbi 5.5: Stesso discorso di Parolo, con un’aggravante: lui proprio non si riprende (Mesbah sv).
Belfodil 6: Sceglie bene i tempi di inserimenti e finte: il ragazzo c’è eccome. Gli manca solo la rete. Peccato per l’errore sotto porta di testa a metà del secondo tempo.
Amauri 6: Non punge quasi mai. Ma almeno sgomita, corre, si inserisce: insomma, fa reparto.

 

logo genoa

GENOA

Frey 6.5: Non ha avuto moltissimo da fare, va detto. Però quando è stato chiamato in causa, soprattutto su un tentativo di Belfodil e uno di Amauri, si è fatto trovare pronto e questo è abbastanza.
Granqvist 6: Non molto spettacolare, ma è presente quando serve.
Portanova 6: Riporta la calma in difesa dopo gli scompigli di Biabiany e Belfodil.                                                                                                Antonelli 5.5: Un po’ evanescente e condizionato dal cartellino giallo che l’arbitro estrae nei suoi confronti nel primo tempo.
Manfredini 6: Meriterebbe mezzo voto in più, ma l’entrata a forbice su Amauri poco prima della fine del primo tempo grida vendetta.
Pisano 6.5: Dai suoi piedi partono cross interessanti. Un buon suggeritore per i compagni.
Kucka 6: Gioca un po’ a nascondino, ma quando si fa vedere riesce a combinare qualcosa di buono. Discontinuo.
Matuzalem 5.5: Quasi mai in evidenza, anche se ogni tanto lavora per la squadra.
Rigoni 6: Si è inserito bene nei meccanismi della squadra. Buon acquisto (Vargas  sv).                                                                                                Bertolacci 6.5: Il suo tiro nei primi dieci minuti della seconda frazione meriterebbe una miglior fortuna e invece si stampa alla base del palo. Vivace e frizzante, i pericoli maggiori per il Parma arrivano da lui (Olivera sv).
Borriello 6.5: Costruisce gioco e si porta a spasso almeno un paio di avversari ogni volta. Peccato che non riesca mai a pungere (Immobile sv)

Condividi
Nata il 7 ottobre 1982 e laureata in Teorie e tecniche della comunicazione mediale, è giornalista professionista. Lavora al quotidiano Il Giorno. Musica, cinema e sport (tranne i motori) sono le sue droghe.