Gascoigne ricoverato: è in pericolo di vita

Una vita di eccessi che lo sta portando a rischiare grosso.  Paul Gascoigne è stato ricoverato in ospedale la scorsa notte e, secondo un primo bollettino medico diffuso in queste ore, sarebbe seriamente in pericolo. L’ex centrocampista di Tottenham e Lazio, 45 anni, si trova da cinque giorni nella clinica di Cottonwood in Arizona per cercare di disintossicarsi, ormai per l’ennesima volta, dall’alcol. La scorsa notte è stato colpito da un malore: “E’ stato vicino alla morte – afferma il tabloid inglese “Sun” informato da una fonte vicina a Gascoigne -. Ha avuto una reazione terribile all’astinenza da alcol. I suoi organi vitali stanno cedendo e non ha i soldi necessari per permettersi le cure necessarie”. Una terapia costosa – ben settemila euro a settimana – e talmente radicale da essere risultata devastante per il già debilitato fisico dell’ex giocatore. Ora si aspettano notizie dagli Stati Uniti, anche se di certo le condizioni di Paul Gascoigne non fanno propendere per l’ottimismo: la vita dissoluta, soprattutto dopo aver lasciato il mondo del calcio giocato, lo ha praticamente distrutto. A questo punto bisogna soltanto aspettare: in Inghilterra sono tanti i giocatori, primo fra tutti, Wayne Rooney, a temere per la sua sorte.

Condividi
Nata il 7 ottobre 1982 e laureata in Teorie e tecniche della comunicazione mediale, è giornalista professionista. Lavora al quotidiano Il Giorno. Musica, cinema e sport (tranne i motori) sono le sue droghe.