Mondiali sci alpino: Svindal oro in discesa. Secondo Dominik Paris

L’Italia dello sci alpino festeggia la prima medaglia ai mondiali di sci alpino di Schladming. A conquistarla è il meranese Dominik Paris, giunto secondo in discesa libera a 46” dall’oro. L’oro sfugge forse per una sbavatura nel finale, ma è comunque un argento meritato per sigillare l’ottima stagione dello sciatore azzurro, trionfatore quest’anno sia a Bormio che a Kirzbuhel. Titolo iridato a un determinato Svindal, autore di una prestazione aggressiva e grintosa su un tracciato duro come quello odierno, dove non sono mancate le acrobazie dei protagonisti come quella del tedesco Keppler. Svindal cancella la delusione in superG e si porta a casa il suo quinto mondiale in carriera, il secondo in discesa libera.

Nulla da fare per Innerhofer (14°), mai in grado di poter impensierire il podio; davanti a lui finisce un buon Fill (12°), mentre Heel chiude 16°. Delusione per il pubblico austriaco che affidava grandi speranze al quartetto di casa. Brilla solo Kroell costretto ad accontentarsi del quarto posto dietro alla sorpresa francese Poisson; Reichelt azzarda troppo per recuperare gli errori della parte alte e finisce fuori pista, Mayer e Franz, invece, terminano lontanissimi, oltre il secondo e mezzo di distacco.

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it