Milan, Salamon: “Mi ispiro a Nesta. Qui l’ambiente è spettacolare”

Dopo Mario Balotelli, oggi è stato presentato il neo acquisto rossonero Bartosz Salamon. Di seguito, alcuni estratti della conferenza stampa odierna.

Condizione fisica e ambientamento: “Purtroppo ho avuto un problema alla caviglia ma spero, dalla prossima settimana, di essere a disposizione. Mi sto allenando tanto, faccio doppie sedute per recuperare il prima possibile. A Milanello mi trovo molto bene, l’ambiente è spettacolare e spero di far bene. I primi mesi mi serviranno per capire in cosa devo migliorare, soprattutto sulla velocità. In serie B non ho mai sofferto la velocità dei giocatori più piccoli ma in serie A è diverso. Vedremo come andrà. Adesso penso a guarire e rientrare in gruppo. Poi voglio sfruttare al massimo tutte le occasioni che il mister mi darà

Ruolo: “Ancora non abbiamo parlato con il mister del mio ruolo e ne parleremo quando tornerò in gruppo. Io sono sempre stato un centrocampista. Non ho mai avuto un idolo e non mi sono mai ispirato a nessuno. Ho guardato sempre i centrocampisti più forti e, adesso, studio i centrali più forti. Quando ero al Foggia giocavo più da regista mentre negli ultimi due anni sono cresciuto del punto di vista difensivo e così sono diventato difensore”

Trattativa: “Fino al 30 sera era tutto tranquillo. Il 31 mi sono andato ad allenare e dopo l’allenamento, ero sotto la doccia, mi hanno detto di sbrigarmi perché dovevo venire a Milano a firmare il contratto. E’ stata una bella giornata

Idoli: “Non ho un idolo. Prima mi ispiravo ai più grandi centrocampisti, ora guardo i difensori. Del resto qui sono passati tanti grandi giocatori. Mi ispiro a Nesta. Mi è sempre piaciuto tantissimo. Adesso però non dite che gli assomiglio. Numero? Prendo il 14 perché lo avevo anche a Brescia”

Progetto giovani: “Il Milan sta iniziando un nuovo ciclo con i giovani. Voglio sfruttare questi mesi per fare bene e far parte di questo progetto. E’ davvero bello essere qui. Adesso devo sfruttare al meglio questa grande occasione”

Inizi: “Sono cresciuto nelle giovanili del Lech Poznan. Poi, durante una partita, mi hanno notato due osservatori del Brescia e sono venuto in Italia

Raiola: “Raiola mi ha detto che questa è l’occasione della mia vita e di sfruttarla. Sono nel club dei miei sogni e non voglio farmi scappare questa occasione. Tre anni fa sono andato a vedere Napoli-Milan e ho subito pensato che sarebbe stato bellissimo giocare qui. Il mio sogno ora è esordire con questa maglia“.

 

Condividi
Nasce nel 1987 a Udine, gioca a calcio da quando ha 6 anni. Laureato in Relazioni Pubbliche e Comunicazione Integrata per le Imprese e le Organizzazioni. Email: stomat@mondosportivo.it