Formula 1: Jerez, test day 2: incidente per Hamilton, bene la Lotus

Si è chiusa con la miglior prestazione di Romain Grosjean la seconda giornata dei test di Formula 1 di Jerez de la Fronteira. Il francese della Lotus è stato il più veloce sia nella mattinata che nel pomeriggio, chiudendo con il migliore giro di 1:18.218 e compiendo complessivamente 94 giri; ottimo risultato per la vettura anglo-lussemburghese, che si è dimostrata fin da subito molto competitiva. Alle spalle di Grosjean ecco lo scozzese della Force India Paul Di Resta, staccato di otto decimi dal leader della giornata e autore anch’egli di un grande numero di tornate, ben 95.

Dietro ai primi due ecco la coppia australiana formata da Ricciardo e Webber, rispettivamente su Toro Rosso e Red Bull, mentre la McLaren, grande protagonista della prima giornata, si è fermata in settima posizione. La giornata delle frecce d’argento ha visto il debutto ufficiale a bordo della monoposto inglese del messicano Sergio Perez, neo arrivato a Woking. Ottava la Ferrari di Felipe Massa: il brasiliano, staccato di più di un secondo e mezzo da Grosjean, ha lavorato soprattutto sull’aspetto dell’aerodinamica, compiendo una lunga serie di giri a velocità sostenuta.

Debutto con spavento per Lewis Hamilton, al primo “giorno di scuola” con la sua Mercedes. Il pilota inglese ha fatto registrare il sesto tempo complessivo, ma è stato coinvolto in mattinata in un brutto incidente che lo ha costretto ad un lungo stop. Dalla Mercedes fanno sapere che la vettura dell’inglese: “ha sofferto la perdita di pressione ai freni posteriori. I freni anteriori gli hanno consentito di rallentare ma non ha potuto evitare le barriere di protezione. Ovviamente l’ala anteriore e il muso sono stati danneggiati, stiamo controllando la monoposto. Lewis sta bene”.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.