Copa del Rey: vince l’Atletico Madrid tra le polemiche

Tre rigori, altrettanti espulsi e una doppietta di Diego Costa griffata dagli undici metri, regalano ai padroni di casa il sofferto successo per 2-1. Il Siviglia esce sconfitto al termine di novanta minuti rocamboleschi, ma tiene ancora intatto il sogno finale. La gara di ritorno si disputerà il 27 Febbraio, ovviamente a campi invertiti.

L’Atletico Madrid batte nell’andata delle semifinali della Coppa del Re 2-1 il Siviglia, in una gara condizionata dall’arbitraggio e dalla polemiche che ne sono seguite ( e che seguiranno). Dopo un primo tempo equilibrato, i “Colchoneros” sbloccano la partita a inizio ripresa con un rigore trasformato da Diego Costa al 49′. Sull’azione del presunto penalty, Spahic riceve la doppia ammonizione e lascia così i suoi in dieci. La reazione furiosa e di nervi del Siviglia non si fa attendere e, neanche dieci minuti dopo, un fallo di mano in area di rigore opposta( molto meno evidente e “volontario” del precedente), riconsegna alla storia della gara il copione andato in scena una manciata di minuti prima: rigore, gol dello “squalo” Negredo e cartellino rosso per l’autore dell’infrazione, l’uruguayano Diego Godín. La squadra di Emery, raggiunto il pareggio in inferiorità numerica, inevitabilmente si ritrae tutta nella propria metà campo. Simeone prova ad attingere dalla panchina forze fresche e butta nella mischia Cata Diaz e Cristian Rodriguez al posto degli evanescenti Koke e Adrian. Privo di Radamel Falcao ( reduce da un infortunio muscolare) il “Cholo” chiede ai suoi di buttare il cuore oltre l’ostacolo, privilegiando l’atletismo e la forza fisica.

Riavvolgete il nastro, perchè al 71′ Miguel Angel Ayza Gamez, fischietto della gara, concede il terzo calcio di rigore in meno di venti minuti. Questa volta la mano galeotta è quella di Navarro, ovviamente ammonito. Diego Costa, implacabile dagli undici metri regala il vantaggio ai biancorossi. Ci sarebbero ancora venti minuti, ma la stanchezza prende il sopravvento sulla voglia di proporre calcio dei due team, entrambi ridotti in dieci uomini. C’è tempo, però, prima  per un’altra espulsione tra le fila andaluse ( Navarro) e poi per una grande occasione fallita da Mario Suárez, incapace di indirizzare il colpo di testa in rete. Il risultato non cambia più. Vince l’Atletico Madrid 2-1 e si “prenota” un match di ritorno dagli altissimi contenuti agonistici e tecnici al “Sanchez Pizjuan”.

ATLETICO MADRID-SIVIGLIA 2-1 (0-0)

Atletico Madrid (4-2-3-1): Courtois, Miranda, Juanfran,Godín, Felipe Luis, Mario Suarez, Gabi, Koke ( 60′ Cata Dìaz), Adrian (64′ Cristian Rodriguez), Arda Turan, Diego Costa. All: Diego Simeone

Siviglia ( 4-3-3): Beto, Cicinho, Fazio, Spahic, Navarro, Maduro (52′ Botìa), Medel, Kondogbia (77′ Reyes), Rakitic, Jesus Navas, Negredo( 87′ Coke). All: Unai Emery

Arbitro: Miguel Angel Ayza Gamez

Marcatori: 49′ e 71′ Diego Costa su rigore (A), 55′ Negredo su rigore (S)

Note: Ammoniti:Mario Suárez (A), Medel (S), Spahic (S), Navarro (S), Maduro (S). Espulsi: Spahic (S), Godìn (A), Navarro (S).

 

Condividi
Nato a Terracina il 1° febbraio 1989. Amante di tutto ciò di sferico che rotola su un campo rettangolare. Collaboratore presso diverse testate giornalistiche, sportive e non. Studia Lettere alla Sapienza di Roma. Email: lsavarese@mondosportivo.it