Zeman: “Dimissioni? Voglio stare qui 5 anni”

Zdeněk Zeman è tornato a parlare dopo le vicende legate al suo presunto allontanamento dalla Roma. In occasione della conferenza stampa che precede l’incontro di domani con il Cagliari, il boemo ha così commentato: “Io penso che è tutto successo da un disguido nella conferenza stampa prima del Bologna. Io ho spiegato i miei motivi alla dirigenza, sono contento di poter continuare insieme per il meglio della Roma e fare il meglio per la società. Non ci sono rapporti cancerogeni con nessuno, semmai c’erano in passato, qualche anno fa. Con i dirigenti parliamo dei problemi, ma io ho cercato di richiamare più attenzione e concentrazione su quello che si deve fare d’ora in poi, io voglio stare a Roma altri cinque anni ma me lo devo meritare. Dimissioni? Non ci penso, voglio stare qui 5 anni. Siamo sullo stesso pensiero io e la società, io ho detto quello che voglio e loro hanno fatto lo stesso. tutte le partite rappresentano un esame sia per me che per i giocatori. Non mi sento diverso da quello che ero fino a poco fa, ho delle motivazioni e la voglia di andare avanti al meglio, spero di poter continuare a fare così e trascinare gli altri. Si è creato caos per una giornata e adesso è finito, spero che non ci si debba pensare più, ma solamente tenere la mente sul futuro e a migliorarci“.

Sulle condizioni della sua squadra, invece, Zeman ha tenuto a precisare che: “Non abbiamo una classifica consona e dobbiamo far di tutto per migliorare, serve attenzione e concentrazione, io devo darli ai miei giocatori e devo spiegare le situazioni. Ognuno deve cercare di fare il meglio per la squadra. Spero che possa andare bene, non ci siano fratture, poi però le partite vanno giocate e sul campo si vede chi è migliore; la squadra non sta male e mi aspetto di vedere una prestazione. io voglio massimo impegno da parte di tutti e massima collaborazione, se non è delle migliori la nostra situazione, noi dobbiamo migliorare l’atteggiamento e il comportamento. Alla mia età non ho problemi a raccontare la verità, ho problemi a raccontare bugie…“.

Infine, in chiave mercato, il tecnico giallorosso ha sottolineato: “Mercato? Io sono soddisfatto di questa rosa, poi i giocatori possono deludere o sorprendere, possiamo fare un buon campionato anche con dodici under 23, alla poca esperienza si può supplire con grande talento. Il mercato di gennaio serve a recuperare i buchi dove la società ha problemi, noi non ne abbiamo e quindi penso che abbia indovinato in estate cosa devo fare. Mi sento allenatore della Roma al cento per cento. Dobbiamo collaborare assieme io e la società, cerco sempre, lo ripeto, di fare tutto per migliorare la situazione

Condividi
Nato a Gaeta nel 1988. Appassionato di (grande) calcio, ma anche di molti altri sport. Dopo aver calpestato svariati campi di terra ed erba, ha deciso di tentare la sua prima avventura in una redazione.