Serie A Femminile, 18ma giornata: il Verona a valanga sul Torino

Il Verona, senza otto elementi e con la squadra piena di giocani, fornisce una prestazione super contro un Torino ormai condannato alla Serie A2. Sugli scudi Capelloni, Zorri e Mason, autrici tutte di una doppietta. Prosegue la corsa al secondo posto e alle dirette concorrenti per la qualificazione in Champions’ League. Sabato prossimo derby veronese con il Mozzecane.

Prima opportunità gialloblù al 3’ con Capelloni che, su cross di Carissmi, di testa spedisce a lato. Due minuti più tardi occasionissima per Toscano Aggio che, a due passi dalla port,a sfiora di testa senza riuscire a deviare la palla quel tanto che basta per segnare. Il Verona ribadisce la sua supremazia territoriale e tecnica con la clamorosa carambola di Carolina Pini: traversa interna, sfera che rimbalza sulla schiena del portiere granata, danza sulla linea ed esce.

Il gol è nell’aria e arriva al 7’ con Carolina Pini che crossa in mezzo verso l’accorrente Capelloni che insacca. Il raddoppio gialloblù arriva al 19’ con Maria Karlsson che di testa raccoglie il cross di Zorri dalla bandierina e spedisce il pallone dove Ozimo non può arrivare. Marta Mason potrebbe arrotondare il risultato ma la sua conclusione da due passi di prima intenzione è sul portiere.

Il dominio veronese è confermato dalle due reti che portano il risultato sul 4 a 0: il terzo gol arriva al 36’ con l’azione personale di Silvia Toselli che ruba palla sulla trequarti alla granata Capra, si invola verso l’area di rigore e trafigge Ozimo in disperata uscita, mentre il quarto gol arriva al 42’ con Zorri, ben servita da Mason al limite dell’area, che fa partire un siluro imprendibile per il portiere ospite.

La ripresa si apre con la quinta rete scaligera di Carolina Pini che sul filo del fuorigioco raccoglie il cross di Zorri e insacca alle spalle della neoentrata Caesar. Le giovani gialloblù sono insaziabili e vanno in gol altre due volte nel giro di un minuto con la doppietta di Marta Mason che sfrutta due assist di Zorri e di Pini e centra le marcature.

Ormai la partita è una formalità e le padroni di casa trovano il modo di segnare altri due gol, uno al 72’ con Mirella Capelloni (che realizza così la sua prima doppietta nella massima serie) e l’ultimo all’83’ con Zorri che trasforma un rigore concesso per atterramento di Pini ad opera di Rosso.

VERONA – TORINO 9-0 (4-0)

VERONA: Tasselli, Squizzato, Toscano Aggio, Carissimi, Karlsson, Maffezzoni, Toselli, Capelloni, Zorri, Mason, Pini. A disposizione: Gava, Gelmetti, Dal Bianco, Baldo. Allenatore: Renato Longega.
TORINO: Ozimo (46’ Caesar), Capra (49’ Dragone), Beghini, Aghem, Malara, Rosso, Tudisco, Eusebio, Ponzio, Grassino (62’ Coluccio), Lupo. A disposizione: Caesar, Favole S., Coluccio, Dragone, Nigro, Barberis, Favole A. Allenatore: Paolo Mazzi.
ARBITRO: Luca Pedretti di Lovere, assistenti Ruzza e Berna.
RETI:  7’ e 72’ Capelloni, 19’ Karlsson, 36’ Toselli, 44’ e 83’ (rig.) Zorri, 46’ Pini, 51 e 52’ Mason,

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile. Email: spellone@mondosportivo.it