Coppa d’Africa 2013: Semedo: “Capo Verde orgoglio di un popolo”

Assieme al Burkina Faso, la nazionale di Capo Verde è stata fin qui la grande sorpresa della Coppa d’Africa 2013; la formazione del tecnico Antunes, debuttante assoluta nella competizione, è riuscita nell’impresa di qualificarsi per i quarti di finale, eliminando squadre decisamente più esperte come il Marocco o l’ascendente Angola. Ora l’ostacolo si chiama Ghana, una gara difficilissima contro una grande del Continente Nero, ma arrivati a questo punto i capoverdiani non vogliono porsi limiti, cercando di andare il più avanti possibile.

Grandissima soddisfazione, e non poteva essere altrimenti, anche per il presidente della federazione calcistica di Capo Verde, Mario Semedo, che ha confessato: “La qualificazione ci ha dato gioia e soddisfazione. Tutti i capoverdiani sparsi nel mondo sono orgogliosi di ciò. Conoscevamo il nostro valore; prima di arrivare in Sudafrica abbiamo giocato alcune partite, mostrando la validità della squadra“.

Il nostro segreto? Il duro lavoro: noi lavoriamo sempre in maniera dura. Forse le altre squadre ci hanno preso sottogamba perché eravamo alla nostra prima partecipazione alla Coppa d’Africa. La squadra è unita e gioca come fosse una sola unità“.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.