Coppa d’Africa 2013, Girone D: il Togo regge, 1-1 contro la Tunisia e qualificazione

Un arbitraggio spesso al contrario e un campo di gioco in condizioni inguardabili non impediscono al Togo di resistere e portare a casa un 1-1 che regala la prima qualificazione ai quarti della sua storia. Tunisia a cui non bastano il cuore e l’assedio finale.

Ottimo l’avvio del Togo, che costruisce subito una palla gol con Adebayor, il cui piatto destro da centro area finisce di poco a lato. Passano pochi minuti e i togolesi vanno in vantaggio: ancora Adebayor per vie centrali mette un’assist per l’inserimento di Gakpe (in posizione di partenza molto dubbia) e quest’ultimo è bravissimo a infilare Ben Cherifia con un preciso diagonale ad incrociare. I ritmi si abbassano, così come la linea difensiva togolese che punta ad amministrare. Alla mezz’ora, però, colpo di scena e calcio di rigore concesso alla Tunisia per una presunta spinta su Hichri (non così netta dal replay). Con estrema freddezza Mouelhi trasforma dal dischetto e riporta il punteggio in parità, 1-1. Il primo tempo scivola via senza altri scossoni, con la Tunisia che ha preso fiducia dopo il pari ma rischia sempre un po’ troppo tenendo la linea difensiva troppo alta.

La ripresa ha inizio con due calci di rigore richiesti, uno per parte. Prima Bossou, nel tentativo di spazzare l’area, falcia Darragi che gli aveva ormai preso il tempo sul pallone, ma l’arbitro grazia i togolesi. Sul fronte opposto Adebayor in sortita offensiva personale viene contrastato fisicamente da Hichri, finendo per lasciarsi cadere. A metà frazione enorme occasione togolese in contropiede, con Adebayor che coglie in pieno la traversa su cross di Gakpe. Passa un minuto e altra richiesta di calcio di rigore, quando Ben Cherifia travolge in uscita lo stesso capitano togolese ma l’arbitro Bennet lascia inspiegabilmente giocare. Al contrario, il rigore viene concesso nell’area del Togo, per una spinta (forse) di Nibombe su Khalifa. Mouelhi, però, dal dischetto coglie il palo e il risultato non cambia e manca  meno di un quarto d’ora alla fine. Il finale diventa ricco di tensione, la Tunisia spinge per l’assedio e il Togo inserisce anche il sesto difensore. Agassa compie due miracoli, salvando prima in uscita e poi sulla linea su Ben Youssef, dagli sviluppi di un corner. Il Togo riesce a resistere e al fischio finale può festeggiare la prima qualificazione ai quarti di finale di Coppa d’Africa della sua storia.

TOGO-TUNISIA 1-1 (1-1)

Togo (4-3-3): Agassa, Djene, Nibombe, Bossou, Akakpo, Mamah, Amewou, Floyd Ayite (89′ Ouro-Akoriko), Romao, Adebayor (90’+5 Wome), Gakpe (75′ Jonathan Ayite). A disp.: Atsu, Salifou, Mani, Segbefia, Placca, Ametepe, Donou, Damessi, Tchagouni. All.: Didier Six.
Tunisia (4-4-2): Ben Cherifia, Hichri, Abdennour, Chammam, Khazri (62′ Dhaouadi), Mouelhi, Traoui (88′ Ben Youssef), Hammami, Darragi, M’Sakni, Khelifa. A disp.: Ben Mustapha, Ifa, Baratli, Dhaouadi, Gharbi, Harbaoui, Ben Yahia, Jemaa, Boussaidi, Mathlouthi. All.: Samir Trabelsi.
Arbitro: Daniel Bennet (Sudafrica).
Marcatori: 13′ Gakpe (TO), 30′ rig. Mouelhi (TU)
Note, Ammoniti: Mouelhi, Msakni, Khazri (TU), Gakpe, Nibombe, J. Ayite, Adebayor, Agassa, F. Ayite (TO); Espulsi: -.

CLASSIFICA – GRUPPO D

1/a giornata
Costa d’Avorio-Togo: 2-1
Tunisia-Algeria: 1-0

2/a giornata
Costa d’Avorio-Tunisia: 3-0
Algeria-Togo: 0-2

3/a giornata
Algeria-Costa d’Avorio: 2-2
Togo-Tunisia: 1-1

Costa d’Avorio e Togo qualificate ai quarti

SQUADRAP.tiGVNPGFGSDR
Costa d’Avorio7321073+4
Togo4311143+1
Tunisia4311124-2
Algeria1302125-3
Condividi
Torinese, classe 1983. Da piccolo voleva vedere Wembley e il Maracanã, gli manca ancora il secondo. Toro e Arsenal nel cuore, sta fra un tackle di Gilberto Silva e Tony Adams che chiama il fuorigioco.