Coppa d’Africa 2013, Girone B: il Mali accede ai quarti, 1-1 con la RD del Congo

Partita fondamentale a Durban per il proseguo della Coppa d’Africa: Repubblica Democratica del Congo e Mali si spartiscono la qualificazione. Al Mali basterebbe un pareggio, nel caso il Ghana vincesse contro il Niger, mentre la RD deve necessariamente ottenere tre punti, che la metterebbero al sicuro anche nel caso di una vittoria nigerina.

 

TANTE OCCASIONI, DUE SQUADRE CHE MERITANO. In 30 secondi, la RD del Congo si fa già pericolosa con il palo colpito da LuaLua e, sul proseguo dell’azione, Momo Sissoko compie fallo da rigore: Mbokani lo tira splendidamente e, al 3′ minuto, la sua Nazionale è già avanti. La partenza a razzo degli uomini di Le Roy non incide molto sugli animi dei maliani, che reagiscono subito con un gran tiro di Sissoko e poi rimettono la gara in parità al 14′: la difesa dei Leopardi non spazza bene l’area e la palla arriva a Tamboura, cross in mezzo per Mamadou Samassa, che appoggia in rete l’1-1. Lì inizia il momento migliore del Mali, che attacca con più forza fisica, che altro, ma Kidiaba non deve fare gli straordinari. Gli avversari si fanno vivi verso la fine del primo tempo, ma senza impensierire Samassa e la sua retroguardia.
A inizio ripresa, Le Roy getta nella mischia Mputu: il francese sa che deve vincere per qualificarsi. La qualità di gioco della RD aumenta: tante aperture, filtranti e una circolazione di palla più ragionata. Al 67′, Mamadou Samassa effettua un tiro centrale e trova un impreparato Kidiaba, che rischia di mandare il Mali in vantaggio con una papera clamorosa. Un minuto più tardi, l’altro Samassa toglie il pallone dall’angolino basso, grazie a una parata prodigiosa su di un insidiosissimo tiro di Mulumbu.
La partita si mantiene fisica e a tratti fallosa, le giocate di Mputu e Diba illuminano la manovra congolese, ma è il Mali a farsi pericolosissimo con un doppio palo all’82‘: prima, con Traoré di testa, poi con Diabaté, che scarta il portiere e centra il montante da posizione defilata. Il bellissimo dribbling di Seydou Keita, che va al tiro, causando la grande parata di piede di Kidiaba mette fine a una partita che ha fatto registrare un secondo tempo emozionante, pieno di occasioni e grandi giocate. Il Mali accede ai quarti di finale, dove incontrerà il Sudafrica sabato 2 febbraio alle 20:30.

 
RD CONGO – MALI: 1-1 (1-1).
RD Congo (4-4-2): Kidiaba; Kasulula, Mongongou, Issama, Zakouani; LuaLua (46′ Mputu), Makiadi, Mulumbu, Kaluyituka (79′ Kanda);  Diba (86′ Kabangu), Mbokani. A disp.: Mabiala, Manzia, Matumona, Mulemo, Mandanda, Mbemba, Luvumbu, Kisombe, Bakala. All.: Le Roy.
Mali (4-3-3): Samassa; Tamboura, Wagué, Coulibaly, Diawara; Sissoko (73′ M. Diarra), Sow, Kèita; Sa. Diakité (87′ S. Diarra), Ma. Samassa (78′ Diabaté), Maiga. A disp.: I. Coulibaly, K. Traoré, Yatabaré, Sou. Diakité, M. Traoré, S. Coulibaly, N’Diaye, Yirango, O. Coulibaly . All.: Carteron.
Arbitro: Djamel Haimoudi (Algeria).
Marcatori: 3′ rig. Mbokani (RDC), 14′ Ma. Samassa (M).
Note: ammonizioni: Makiadi, Mulumbu (RDC), Samassa, Tamboura, S.Keita, Sow, K. Traoré (M).

 
CLASSIFICA – Gruppo B

1/a giornata
Ghana -RD Congo: 2-2
Mali-Niger: 1-0

2/a giornata
Ghana-Mali: 1-0
Niger-RD Congo: 0-0

3/a giornata
Niger-Ghana: 0-3
RD Congo-Mali: 1-1

SQUADRAP.tiGVNPGFGSDR
Ghana7321062+4
Mali43111220
RD Congo33030330
Niger1301204-4
Condividi
Pavese classe '91, laureato in scienze politiche, per lui lo sport è uno specchio su cui si riflette la storia di un popolo. Stregato dal calcio inglese e greco, ama la politica, l'heavy metal e il whiskey. Email: fpiacentini@mondosportivo.it