Coppa d’Africa 2013: la situazione prima della terza giornata. Rischia lo Zambia

La Coppa d’Africa 2013 è giunta alla terza giornata della fase a gironi, quella che deciderà le magnifiche 8 formazioni che accederanno ai quarti di finale. Molto equilibrio in tutti i gironi, dove nessuna squadra, tranne la Costa d’Avorio, ha già staccato il pass per la fase ad eliminazione diretta. L’Algeria, al contrario, è l’unica squadra già eliminata.

Nel Girone A, il Sud Africa parte come favorito dall’alto dei suoi 4 punti; i Bafana Bafana giocano contro il Marocco in una sfida da dentro o fuori, visto che i marocchini hanno dalla loro un solo risultato, la vittoria. Tutto in bilico anche nell’altro incontro, quello tra Capo Verde e Angola: chi vince si qualifica, a patto che il Marocco non batta il Sud Africa; in realtà i capoverdiani potrebbero qualificarsi anche con un pareggio, a patto che i Leoni dell’Atlante perdano contro i padroni di casa.

Nel Girone B, al Ghana basterà un pareggio contro il Niger per accedere ai quarti di finale. In caso di vittoria, le Black Stars vincerebbero anche il gruppo, passando come prime; per  Mena nigerini conterà solamente vincere e sperare in un pareggio nell’altra gara del girone, quella tra Mali e Repubblica Democratica del Congo. Situazione complicata per queste due squadre: se una delle due vince si qualifica a prescindere, in caso di pareggio bisognerà considerare la variabile Niger.

Nel Girone C, Burkina Faso ad un passo dalla qualificazione. Agli stalloni basterà non perdere contro lo Zambia per qualificarsi; situazione ben più complicata per i campioni in carica, che devono assolutamente vincere per avere la certezza di accedere ai quarti. Stesso discorso per la Nigeria che affronterà un’Etiopia che può vantare ancora qualche chance di qualificazione. Gli etiopi si qualificano se battono i nigeriani e lo Zambia fa altrettanto con il Burkina Faso.

Nel Girone D, infine, come detto la Costa d’Avorio è già qualificata come prima del girone. Inutile la prossima partita, quella contro la già eliminata Algeria. Discorso totalmente diverso per l’altra gara, quella tra Togo e Tunisia: chi vince si qualifica, mentre in caso di parità la differenza reti premierebbe gli sparvieri togolesi.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.