Il Chievo sbanca l’Olimpico, Lazio battuta 1-0

Una rete di Paloschi condanna una Lazio distratta dall’imminente impegno di Coppa Italia e in versione rimaneggiata.

PARTITA BLOCCATA – La Lazio, orfana di Klose, rinuncia anche a Hernanes e Mauri, dimostrando di avere la testa già alla semifinale di Coppa Italia contro la Juventus. Floccari è l’unica punta. Il Chievo si schiera con una formazione coperta, con cinque uomini a protezione del portiere. I ritmi sono soporiferi: i padroni di casa ci provano con Candreva e Konko ma senza troppa convinzione. E il Chievo? Non supera mai la metà campo e proprio da lì Paloschi tenta la sorte con un pallonetto che per poco non sorprende Marchetti, fuori dai pali.

PALOSCHI BEFFA LA LAZIO – Petkovic capisce che deve cambiare qualcosa e quindi toglie Brocchi e inserisce Mauri. Fulmine a ciel sereno, il Chievo passa con Paloschi che insacca a porta vuota. Entrano anche Hernanes e Kozak per l’arrembaggio finale. L’assedio produce una sola occasione per Mauri che la fallisce miseramente. Il Chievo sbanca l’Olimpico ma per la Lazio la partita più importante arriva martedì.

LAZIO-CHIEVO 0-1

Lazio (4-1-4-1): Marchetti; Konko, Biava, Dias, Radu (74° Kozak); Ledesma; Candreva, Gonzalez (62° Hernanes), Lulic, Brocchi (46° Mauri); Floccari. A disp. Bizzarri, Carrizo, Scaloni, Zauri, Ciani, Cavanda, Stankevicius, Rozzi. All. Petkovic.
Chievo (5-3-2): Puggioni; Sardo (30° Vacek), Andreolli, Cesar, Dainelli, Jokic; Guana (68° Seymour), L. Rigoni, Cofie; Paloschi ( 74° Stoian), Thereau. A disp. Squizzi, Provedel, Papp, Farkas, Costa, Hetemaj, M. Rigoni, Moscardelli, Ekuban. All. Corini.
Arbitro: Giacomelli.
Reti: 61° Paloschi (C).
Note: Ammoniti
Dias, Biava, Hernanes (L), Vacek (C).

Condividi
Nato a Roma il 19 novembre 1988, vive e lavora nella Capitale. Laureato in Scienze della Comunicazione, collabora con vari siti d’informazione sportiva. Ha fatto parte della prima avventura di Mondopallone. Recidivo. Email: vdardanelli@mondosportivo.it