Serie B, 23/a giornata: il Crotone e la pioggia stendono il Sassuolo

Dopo la lunga pausa di gennaio, la Serie B riapre col botto: nell’anticipo della 23/a giornata il Sassuolo capolista cade a Crotone alla fine di una gara bella e nervosa, giocata su un campo reso pesante dalle avverse condizioni meteorologiche. All'”Ezio Scida” succede tutto nel primo tempo, con De Giorgio ed Eramo a segno per i calabresi, mentre Missiroli realizza il classico gol dell’ex per il 2-1 finale. Neroverdi che mantengono il primato solitario in attesa della gara del Livorno, mentre la formazione di mister Drago scala la classifica, allontanandosi dalla zona playout.

Crotone e Sassuolo scendono in campo in un “Ezio Scida” sferzato da pioggia e raffiche di vento che rendono difficile il compito ai giocatori di entrambe le squadre. E’ ottimo l’avvio di gara dei calabresi, che dopo alcuni sfortunati tentativi bucano la retroguardia modenese: De Giorgio stacca alla perfezione e di testa trafigge Pomini. Il Sassuolo non si trova a suo agio sul terreno reso pesante dalla pioggia: la capolista fa fatica a sviluppare il suo solito gioco e il Crotone ne approfitta per raddoppiare alla mezz’ora con Eramo, che scatta sulla linea del fuorigioco e segna il 2-0. I ragazzi di Di Francesco non ci stanno e si rimettono in carreggiata poco dopo con l’ex Missiroli, bravo ad accorciare le distanze alla fine di un primo tempo scoppiettante. E’ un Sassuolo diverso quello torna in campo nella ripresa: i neroverdi premono alla ricerca del gol del pareggio, ma il Crotone resiste, rendendosi pericoloso ancora con lo scatenato De Giorgio. Magnanelli è il più pericoloso tra le file ospiti: il centrocampista ci prova con un paio di conclusioni dalla distanza, ma la palla non vuole entrare. Nel finale gli animi si accendono: Galardo viene espulso per doppia ammonizione, ma i crotonesi resistono e centrano il colpo. Il Sassuolo cade allo “Scida”, il Crotone può esultare.

PER CONSULTARE LA CLASSIFICA CLICCA QUI

 

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.