League Cup, semifinali: l’impresa è completa, il Bradford va a Wembley

Missione compiuta, si potrebbe dire. In realtà è stata una vera e propria impresa. Il Bradford City va in finale di League Cup, dopo aver limitato i danni nella semifinale di ritorno, perdendo 2-1 contro l’Aston Villa al Villa Park. Dopo aver vinto 3-1 la gara d’andata, i Bantams sognavano l’impresa ma, nonostante il difficile momento di forma dell’Aston Villa, fare risultato in trasferta sembrava comunque qualcosa di molto difficile.

Dopo nemmeno mezz’ora di gioco, inoltre, i padroni di casa passavano subito in vantaggio, con il gol di Benteke che confermava un primo tempo di assoluta superiorità dei Villans. Il Bradford era comunque bravo a limitare i danni e andare al riposo soltanto sotto di un gol, e riordinare le idee in vista della ripresa. E dopo solo 10 minuti della seconda frazione il momento clou della gara: corner di Gary Jones e stacco perentorio di James Hanson, per il pareggio ospite. Gol cruciale nel momento peggiore per gli avversari e Bradford a un passo dal sogno. Lambert provava a cambiare le sorti della gara, inserendo Weimann e Bent, mentre gli ospiti andavano vicini all’incredibile vantaggio ancora con Hanson e poi con Thompson, fermato dalla traversa. Nel finale ancora un ultimo colpo di scena, per completare il copione al meglio: il gol del 2-1 di Weimann all’89’, per l’assalto finale del Villa e la difesa di cuore dei Bantams.

Non succederà, però, più nulla e il Bradford può festeggiare un’impresa storica. Una squadra di quarta serie arriva in finale di League Cup 51 anni dopo l’ultima impresa, nel 1962, targata Rochdale. Il manager Parkinson regala al suo Club la prima finale dal lontano 1911, quando il Bradford vinse la FA Cup, superando un cammino che ha visto i Bantams eliminare, nell’ordine: Notts County, Watford, Burton Albion, Wigan, Arsenal e ora Aston Villa.

La seconda semifinale, tra Swansea e Chelsea (vittoria Swansea 2-0 all’andata a Stamford Bridge) si giocherà stasera e un secondo miracolo è pronto per essere concretizzato. In tempi di polemiche su format, interesse e organizzazione della Coppa Italia, nei nostri confini, ancora una volta le coppe nazionali estere ci regalano vere e proprie storie di calcio.

ASTON VILLA-BRADFORD CITY 2-1 (1-0)

Aston Villa (4-4-2): Given, Vlaar, Clark, Bennett (70′ Weimann), Lowton, Ireland, N’Zogbia, Delph, Bannan (62′ Bent), Agbonlahor, Benteke. A disp.: Guzan, Stevens, Lichaj, Carruthers, Holman. All.: Lambert.
Bradford City (4-4-2): Duke, Darby, McHugh, McArdle, Good, Atkinson, Jones, Doyle, Hanson, Hines (71′ Thompson), Wells (87′ Turgott). A disp.: McLaughlin, Nelson, Ravenill, Reid, Connell. All.: Parkinson.
Arbitro: Phil Dowd
Marcatori: 24′ Benteke (A), 55′ Hanson (B), 89′ Weimann (A).
Note: Ammoniti: Clarke, N’Zogbia, Delph (A); Espulsi: –

Condividi
Torinese, classe 1983. Da piccolo voleva vedere Wembley e il Maracanã, gli manca ancora il secondo. Toro e Arsenal nel cuore, sta fra un tackle di Gilberto Silva e Tony Adams che chiama il fuorigioco.